Enna, educazione ambientale: studenti del Professionale Federico II visitano il CCR di contrada Venova

STUDENTI DEL PROFESSIONALE VISITANO IL CCR

Continua l’attività di Educazione Ambientale nelle Scuole della Provincia di Enna con il Progetto “Uso e riuso: per un ambiente pulito” condotto dalla Società Enna Euno S.p.A. Il progetto, attivo in quest’anno scolastico già dallo scorso ottobre, ha l’obiettivo di orientare i ragazzi e gli adulti verso abitudini e comportamenti virtuosi, finalizzati al rispetto dell’ambiente attraverso la promozione della raccolta differenziata dei rifiuti in ambito domestico e del loro recupero, riutilizzo e riciclo.

Tale progetto, che si concluderà a fine maggio, comprende tutta una serie di iniziative che vengono espletate sia in classe che all’aperto ed include anche visite guidate al Centro Comunale di Raccolta (CCR) di contrada Venova ad Enna Alta.

Proprio nei giorni scorsi gli Studenti delle classi prime dell’Istituto Professionale Statale “Federico II” di Enna, diretto da Giuseppina Gugliotta, si sono recati al CCR accompagnati dalla biologa Rosa Termine e Isabelle Cannarozzo di EnnaEuno e dalle insegnanti Francesca Baldini, Giovanna Ollà e Nadia Fedele; qui i ragazzi hanno consegnato agli operatori del CCR: Marco Fulco, Gaetano Mongioì, Ernesto Puglisi e Francesco Gulisano, pile esauste, lampadine e radio non più funzionanti. Inoltre, hanno potuto verificare che è possibile consegnare, oltre ai rifiuti RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, comprendenti tutte le apparecchiature refrigeranti, lavatrici, lavastoviglie, televisori, monitor, sorgenti luminose e apparecchiature elettriche varie), anche rifiuti ingombranti come materassi, mobili, etc., riflettendo sul fatto che molto spesso tali rifiuti vengono abbandonati lungo le scarpate deturpando il territorio, quando al CCR è possibile conferirli in maniera del tutto gratuita. Tale struttura, come anche quella di c/da Scifitello ad Enna Bassa, è aperta tutti i giorni da lunedì a sabato dalle ore 8:00 alle ore 13:00 e può accogliere gratuitamente tutti i rifiuti differenziati, ingombranti e RAEE, tranne i rifiuti umidi.

“Esistono diverse categorie di RAEE che vengono raggruppati in distinti contenitori e avviati in specifici impianti che consentono il recupero, anche per il 90%, di diverse materie prime seconde. Dai rifiuti del raggruppamento R4 (piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo, apparecchi d’illuminazione e altro), per esempio, si recuperano oltre il 40% di ferro e metalli preziosi, plastica, motori e schede elettroniche. Mentre dai rifiuti del raggruppamento R5 (sorgenti luminose/lampadine) si recupera oltre il 70% di vetro, plastica, metalli e si separano le polveri fluorescenti contenenti mercurio, dannose per l’ambiente. In questo modo, oltre che reinserire nel ciclo produttivo molti materiali a vantaggio dell’economia, si evita, altresì, che certe sostanze di cui sono composti vengano dispersi nell’ambiente, provocando gravi inquinamenti” ha dichiarato Rosa Termine.

Prossimamente altri studenti visiteranno il CCR con l’auspicio che si raggiunga sempre di più una maggiore consapevolezza che il futuro dei rifiuti è nelle nostre mani e che l’uomo fa parte di un sistema di relazioni, formato da un unico ecosistema.

Visite: 252

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI