Enna continua il trend in crescita di visitatori del Museo regionale Archeologico Varisano: sabato e domenica prossima evento regionale di Siciliantica

Un incremento di presenze di non meno del 25 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno. E’ quello che ha fatto segnare il museo regionale archeologico Varisano di Enna che anche nel mese di agosto ha confermato il suo trend di crescita di presenze rispetto al 2014. Nel mese appena concluso le persone che hanno a visitato il sito museale in piazza Mazzini sono state 703, circa il 25 per cento in più rispetto ad agosto 2014. In sintesi in questo 8 mesi del 2015 si ha già quasi raggiunto la soglia dei visitatori fatti segnare nel 2014 e che complessivamente erano stati poco meno di 6 mila ma che erano stati però il doppio di quelli del 2013. Quindi se i numeri continueranno ad essere così interessanti nel 2015 si dovrebbe sfiorare la soglia delle 10 mila presenze che sarebbe un ottimo risultato a livello regionale per i cosiddetti “musei minori”. E’ questo risultato è senza dubbio un ottimo biglietto da visita per l’evento di sabato e domenica prossima quando per il raduno regionale di Siciliantica, arriveranno nel capoluogo non meno di 300 appassionati di arte, cultura ed archeologia da tutta l’isola. Il presidente della sezione ennese di Siciliantica Gaetano Marchiafava, grazie alla collaborazione del Comune e di numerose associazioni locali è riuscito ad allestire un programma ricco di appuntamenti che renderà piacevole per i visitatori la permanenza nei due giorni a Enna. Purtroppo nel programma dei due giorni è saltato l’appuntamento in piazza Umberto con il mercato artigianale. Ma tanti altri sono gli eventi nei due giorni che renderanno molto piacevole la permanenza degli ospiti nel capoluogo. Tra gli eventi più importanti in programma la visita alla necropoli realmese di Calascibetta, al castello di Lombardia alla rocca di Cerre ai ritrovamenti in contrada S.Ninfa, al Duomo ed al museo Varisano al campo di Germoplasma dell’ulivo in contrada Zagaria a Pergusa, alla torre di Federico alle più belle chiese del centro storico, come il Duomo, Santissimo Salvatore, Santa Chiara, San Giuseppe, Maria Santissima Addolorata, San Giovanni, San Francesco, San Cataldo, San Tommaso, Anime Sante. Inoltre gratuitamente si sono messe a disposizione diverse associazioni come quella delle guide turistiche, l’Officina medievale, Arcieri del castello ed i gruppi Folk Kore e I Zitani.

Visite: 369

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI