Enna concluso il progetto annuale “Uso e riuso per un ambiente più pulito”

Si è concluso presso la Sala Cerere del Comune di Enna il progetto annuale di Educazione Ambientale “Uso e riuso: Per un ambiente pulito” che Enna Euno e SRR Enna Provincia Ato 6 hanno condotto nelle Scuole, con il coinvolgimento di centinaia di studenti, appartenenti agli Istituti Comprensivi “E. De Amicis”, “Santa Chiara” e “F. P. Neglia” e all’Istituto Professionale “Federico II”, diretti rispettivamente da Filippo Gervasi, Maria Concetta Messina, da Anna Marmo e da Giuseppina Gugliotta; i relativi insegnanti, assieme ad Isabelle Cannarozzo di Enna Euno, hanno guidato i loro scolari nella realizzazione di manufatti con plastica, metallo e cartone riciclati per sensibilizzare a separare i rifiuti urbani, permetterne il recupero e farli rientrare nei cicli produttivi anziché farli finire in discarica.

Tale manifestazione è stata patrocinata dalla Prefettura, dall’ARPA Regionale, dal Libero Consorzio Comunale (ex Provincia), dal Comune, dall’Università Kore, dall’ASP 4 e da Acqua Enna.

“Il rifiuto, come tale, non appartiene concettualmente alla natura, dove la materia viene sempre riciclata/reimmessa nell’ambiente tramite i processi di decomposizione: in natura non esistono rifiuti, ma solo risorse. Nonostante sia chiaro l’obiettivo che va dalla riduzione al recupero di rifiuti, la problematica rifiuti rimane un tema sul quale continuare a porre l’attenzione, sensibilizzare e spingere affinché si arrivi ad una percentuale veramente minima di materiali destinati allo smaltimento. Perché questo accada, è necessario un profondo cambio di mentalità che coinvolga le Istituzioni, le imprese e le singole persone” dichiara la biologa Rosa Termine.

Il Comandante della Polizia Provinciale Lucio Ferrigno ha parlato del ruolo del Corpo Provinciale ai fini della prevenzione, dell’accertamento e della repressione dei reati ambientali, anche in materia di rifiuti, ma ha anche ribadito l’importanza del ruolo del singolo cittadino nella tutela dell’ambiente. L’Assessore Francesco Colianni, che ha porto i saluti del sindaco Maurizio Dipietro, ha espresso compiacimento per l’attività svolta dalle Scuole ed ha elogiato la cittadinanza per la Raccolta Differenziata che ad Enna in pochi mesi ha raggiunto una discreta percentuale. I ragazzi della Pascoli hanno presentato i risultati del sondaggio sulla Raccolta Differenziata somministrato a 397 cittadini.

Oltre all’esposizione dei lavori realizzati dagli alunni, tra cui anche portachiavi, bracciali e orecchini realizzati con cialde in alluminio del caffe dai ragazzi della Scuola Media “Pascoli”, sono stati espressi pensieri e recitate poesie per esortare a non sprecare le risorse naturali; inoltre, a grande voce, gli scolari hanno più volte ripetuto lo slogan “AMBARABÀ RICI-CLÒ CLÒ”.

Infine, i partecipanti al Progetto sono stati designati “Custodi della Natura” con un attestato a loro consegnato.

Anche quest’anno si è concluso con un gesto di solidarietà; infatti, è stata attuata una raccolta di beni alimentari che gli alunni hanno consegnato a Federico Emma dell’associazione “La Tenda” e ad Achille Baccani del “Centro di Ascolto S. Chiara” della Caritas, i quali provvederanno a distribuirli alle famiglie ennesi che vivono in particolare stato di disagio, segnalate dai Servizi Sociali del Comune di Enna guidati dall’Assessore Paolo Gargaglione.

Visite: 220

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI