Enna c’è anche una mostra fotografica per l’evento al Cinema Grivi “Dall’oscurità delle Miniere alla luce della Memoria”

C’è anche una ricca mostra fotografica, insieme a quella di minerali entrambe messe gentilmente a disposizione dalla famiglia Mangione, per l’evento del prossimo 20 novembre al Cineteatro Grivi dal tema “Dall’oscurità delle miniere alla luce della Memoria”. L’iniziativa è stata voluta fortemente dalla direttrice del Cinema Grivi Cettina Emmi, per accendere nuovamente l’attenzione e l’interesse su un pezzo importante della storia della Sicilia interna ed in particolare della provincia di Enna dove le miniere di Zolfo in particolare hanno rappresentato per oltre un secolo dalla seconda metà del diciannovesimo secolo alla fine del ventesimo, la principale fonte di reddito per migliaia di persone che lavoravano, in particolare i tristemente famosi “Carusi”, in condizioni disumane ma che però inspiegabilmente quasi si tenta di dimenticare. Nel corso della serata anche la rappresentazione di “Pinuccio” un atto unico di Aldo Rapè con interventi degli attori teatrali ennesi Carlo Greca e Elia Nicosia e la proiezione di “Un Chiantu” di Aldo Rapè ed Andrea Valentino. Sara presente anche la scrittrice Giusy Panassidi che scritto un libro proprio sui carusi delle Miniere e tra gli ospiti anche Salvatore Trapani attuale presidente dell’Associazione Regionale Amici delle Miniere che proprio in questi giorni ha presentato il suo libro Sikelia dove parla delle Miniere presenti in provincia di Enna.

Visite: 404

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI