ENNA. Alla memoria di Danilo Di Maio e Giampaolo Mazzola il 19° Premio Kiwanis della Bontà.

Giovedì 14 novembre, alle 17:30, presso la Sala Cerere di Palazzo Chiaramonte avverrà la consegna del XIX Premio Kiwanis della Bontà. Il direttivo del Club quest’anno l’ha assegnato alla memoria di Danilo Di Maio e Gianpaolo Mazzola, donatori di organi. Ritireranno il premio i genitori di Danilo, il papà Giuseppe e la mamma Fina, e il figlio di Gianpaolo, Pablo. Essi, nel momento di estremo sconforto, con generosità e lucidità, hanno acconsentito alle donazioni, permettendo a diverse persone, che nutrivano qualche speranza, di vivere o di migliorare la qualità della loro vita. A margine della cerimonia, sarà tenuta una conferenza sulle donazioni con gli interventi della dott.ssa Bruna Piazza, coordinatrice del Centro Regionale Trapianti Sicilia e della dott.ssa Angela Cancaro, coordinatrice per i trapianti ASP di Enna. “Questo perché il “Premio Kiwanis della Bontà” – ha affermato il presidente del Club Giuseppe Restivo – non ha finalità solo celebrative ma una funzione d’informazione e divulgazione dei principi di solidarietà, di cui la donazione degli organi è la massima espressione. La scienza dei trapianti non è nulla se alla base non c’è la generosità degli uomini”. Il Premio Kiwanis della Bontà nasce nel lontano 1978, anno di fondazione del Club ennese, ad iniziativa del presidente fondatore, Dino Mannino, che lo assegnò per i primi due anni ad altrettanti donatori di organi. Venne ripreso nel 2001 dal compianto past presidente Salvatore Minardi, assegnandolo a suor Lucia Cantalupo. Lo scorso anno è stato conferito all’associazione non governativa “Luciano Lama”, onlus, che opera a favore delle popolazioni della ex Jugoslavia e in particolare ai bambini bosniaci abbandonati senza famiglia.

Visite: 942

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI