Enna, al via la due giorni di Siciliantica

Dovrebbe essere una “bella città” quella che si ritroveranno davanti oggi e domani le diverse centinaia di visitatori che arriveranno a Enna in occasione dell’evento regionale di Siciliantica. Infatti oggi pomeriggio l’associazione di volontariato che tutela e promuove il patrimonio monumentale e archeologico siciliano e che conta nell’isola oltre 70 sezioni consuma nel capoluogo l’assemblea regionale con l’elezione degli organismi dirigenti regionali. Ma nello stesso tempo è una occasione per una “gita” di 2 giorni che porterà nel capoluogo tantissime persone vicine a questa associazione. E per l’occasione il presidente della sezione di Enna Gaetano Marchiafava, grazie alla collaborazione del Comune e di altri enti ed associazioni locali ha allestito un programma che dovrebbe far passare una bella immagine della città. Saranno accessibili i più importanti monumenti della città di competenza del Comune come il castello di Lombardia, la Torre di Federico, grazie alla Soprintendenza, il museo regionale Varisano in piazza Mazzini. Il collegio dei rettori delle confraternite garantirà la fruizione di una decina di chiese presenti nel centro storico cittadino. E i visitatori avranno anche il supporto delle guide turistiche dell’associazione guide turistiche ennesi. Ma gli ospiti avranno anche il piacere grazie all’interessamento della Cna, e del suo dirigente nazionale Angelo Scalzo, di trovare in piazza Umberto nei pressi del municipio un mercatino di una ventina di artigiani dell’associazione di Piazza Armerina “A Casv’Aria” la cui presidente è la piazzese Monia Bruno ma comprendendo artigiani anche di Enna, Catania, Siracusa e metteranno in vendita prodotti che vanno dalla Bigiotteria, ceramica, pellame, cuoio, pezzi in legno lavorato e quant’altro. E nei vari siti che saranno visitati, gli ospiti saranno attesi anche da momenti di intrattenimento, assicurati dai gruppi folkloristici Kore e I Zitani, dall’Officina medievale e dalla compagnia degli Arcieri del castello. Ma nel programma allestito dei due giorni previste visite anche al villaggio rupestre bizantino di Calascibetta e al campo di Germoplasma dell’olivo in contrada Zagaria a Pergusa. Dal Comune attraverso l’assessore ai beni monumentali Giovanni Contino assicurano che la città sarà pulita con una viabilità ordinata. “L’evento regionale di Siciliantica è un importante momento di investimento in immagine per la nostra città – ha commentato nei giorni scorsi – e la città non vuole farsi trovare impreparata”.

Visite: 388

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI