Enna al Presidio ospedaliero Umberto I convegno organizzato da Federfarma

Sabato 10 Giugno presso il P.O. Umberto I di Enna, Federfarma Enna e la Cooperativa Sociale Global Service (che gestisce un Ambulatorio di Neuropsicologia, Riabilitazione e Rieducazione motoria ed il Centro Ascolto Alzheimer ad Enna), hanno organizzato il Convegno Scientifico dal titolo “La prevenzione nelle demenze, una risorsa o una chimera? Lo screening preventivo come risposta”. Al convegno hanno preso parte numerosi rappresentanti del settore pubblico e privato, che operano a stretto contatto con le problematiche dementigene, per informare e formare i partecipanti. Il convegno nasce dalla campagna di prevenzione sul decadimento cognitivo over 55 iniziata lo scorso anno nel mese di Settembre, in collaborazione con Federfarma Enna, che ha coinvolto centinaia di cittadini della nostra provincia riscuotendo una grandissima partecipazione delle farmacie e della popolazione. I professionisti messi a disposizione dall’Ambulatorio gestito dalla Global Service e diretto dal Dott. Tommaso Careri hanno incontrato i cittadini che, prenotandosi presso le farmacie di fiducia, si sono sottoposti alla valutazione preliminare sul funzionamento cognitivo. A seguito della valutazione i cittadini hanno ricevuto la restituzione dei dati e le indicazioni dei professionisti sui possibili interventi, ove necessari. Lo screening – dice il dott. Giorgio Scollo presidente di Federfarma Enna- si inserisce nel contesto delle nuove funzioni previste per le farmacie dal D. L.vo n. 153 del 2009 che istituisce la cosiddetta “Farmacia dei servizi”. Non solo farmaci ma anche servizi socio-sanitari per i cittadini come campagne di prevenzione, esami cardiologici in telemedicina, controllo dell’aderenza terapeutica per i malati cronici, il tutto in collaborazione con i medici di medicina generale al fine di decongestionare gli ospedali e di favorire le cure domiciliari. Il convegno ha evidenziato che circa il 25% delle persone valutate hanno mostrato segni di decadimento cognitivo e sono state invitate a consultare il proprio medico. L’attività ha avuto il patrocinio dell’ASP di Enna e dell’Ordine degli psicologi della Sicilia intervenuti rispettivamente col direttore sanitario dott. Cassarà e con la delegata dott.ssa Zitelli che hanno auspicato una continuazione dello screening ed un ulteriore approfondimento dei dati.

Visite: 228

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI