Enna, al Caffè Letterario al Kenisa il regista Daniele Ciprì apre la rassegna cinematografica

Due sgabelli, luci soffuse e uno scoppiettante Daniele Ciprì che si racconta al pubblico, accompagnato e intervistato dal giovanissimo regista ennese Davide Vigore. Al regista palermitano il compito, venerdì sera, di aprire la rassegna culturale dedicata al cinema diretta da Vigore che ogni fine settimana fino al 18 dicembre porterà all’Al Kenisa importanti protagonisti del nostro cinema. Ciprì, un fiume in piena, generoso e simpaticissimo racconta alla platea aneddoti della sua vita professionale da quando era un «fotografo artigiano», così si definisce, al lungo sodalizio artistica con «il fratello Franco Maresco», fino alla sua ultima pellicola da solista “La Buca”. Ripercorrendo gli anni di “Cinico TV”, “Lo zio di Brooklyn”, “ Totò che visse due volte” e “Cagliostro”. Sabato sera un emozionato Davide Vigore assieme a Ivan Scinardo, direttore del Centro sperimentale di Cinematografia di Palermo ha ripercorso le tappe della sua passione per la regia, nata tra i banchi del Dante Alighieri, e ha proiettato nella sua città l’ ultimo e apprezzatissimo film «Fuorigioco», la favola triste del trequartista Maurizio Schillaci protagonista andato in onda anche su Rai Sport. Con loro, Mario Incudine, interprete della colonna sonora del film, che in chiusura ha canta dal vivo “Li Culura”. Vigore al termine della serata ha anticipato gli appuntamenti della rassegna, tutti a ingresso libero. Dopo Ciprì, che ha aperto splendidamente la kermesse, incontro con il regista Piero Messina regista de “L’Attesa”, vincitore del Leoncino d’oro del festival Venezia. Nel film con la magnifica Juliette Binoche anche i confrati della Passione. A novembre, tutti i venerdì, protagonisti quattro documentarista italiano: Giovanni Rosa, Nunzio Gringeri, Riccardo Cannella e Giovanni Totaro. A dicembre sarà la volta delle attrici Tiziana Lodato (debuttò nel “L’uomo delle stelle” di Tornatore), Donatella Finocchiaro (Donatella Finocchiaro (Terraferma di Crialese), Claudio Gioé (noto anche per il suo personaggio ne “Il capo dei capi” e per finire Franco Moresco, che non ha bisogno di presentazioni. Nel ricco calendario due eventi collaterali: un workshop di fotografia con Antonio Parinello, e per finire una serata dedicata ai film dei primi del novecento musicati dal maestro ennese Sebastiano Occhino.  «Sono molto contento di poter offrire alla mia città un cartellone di appuntamenti culturali di questo livello – ha dichiarato Vigore – Michele Sabatino, mi ha proposto di realizzare un kermesse all’Al Kenisa ed io ho subito accettato. Spero che il consenso di pubblico avuto in questa due giorni si possa ripetere per ogni evento. Credo che realizzare questa rassegna sia una grande occasione di rilancio per la città». Resta ancora da svelare l’ultimo ospite, un altro volto noto del cinema italiano che ha già vinto due David di Donatello.

Fonte: Giornale di Sicilia

Angela Montalto

Visite: 478

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI