Emergenza rifiuti, stato agitazione lavoratori Nicosia, Aidone e Centuripe

Non percepiscono ormai da diversi mesi lo stipendio più la quattordicesima e la Cgil proclama lo stato di agitazione per i lavoratori del settore rifiuti dei cantieri di Aidone, Centuripe e Nicosia. Si tratta di oltre una cinquantina di lavoratori che non prendono lo stipendio poiché i rispettivi Comuni non versano ad Ennaeuno il quanto dovuto per legge per pagare il servizio che viene loro erogato. Il segretario provinciale della Funzione Puvbblica Cgil Giovanni La Valle ha inviato una nota sia agli enti locali interessati che alla Prefettura informando che a causa della proclamazione dello stato di agitazione il servizio di raccolta dei rifiuti potrebbe non essere svolto con regolarità. Un problema questo che va ad assommarsi tutti gli altri che interessano il settore dei rifiuti nella e provincia di Enna dove la situazione potrebbe aggravarsi ulteriormente. Infatti ieri pomeriggio l’assemblea dei soci di Ennaeuno doveva affrontare la vicenda di Leonforte dove il servizio è stato affidato ad una ditta esterna provocando l’esubero di 14 unità lavorative di Ennaeuno.

Visite: 991

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI