Emergenza rifiuti, si prospetta un Natale amaro per i dipendenti di Ennauno “dimenticati” nei locali della ex Provincia

Sarà con molta probabilità un Natale molto amaro per i dipendenti della società Ennaeuno senza stipendio da circa 15 mesi e che da oltre un mese sono all’interno dell’aula consiliare della Provincia perché sfrattati dai propri uffici. Infatti malgrado dall’incontro in Prefettura nei giorni scorsi tra vertici aziendali e sindacati sia arrivato dal Prefetto un segnale forte vale a dire quello che i Comuni devono adempiere al loro dovere e quindi pagare all’azienda il quanto dovuto per legge, pare che solo due enti locali, Troina e Catenanuova sarebbero pronti ad ascoltare il rappresentante sul territorio del Viminale. Tutte le altre amministrazioni comunali continuano a fare orecchie da mercante lasciando così nel totale abbandono ed in un futuro molto incerto una settantina di lavoratori che ad oggi non sanno assolutamente che fine faranno. Intanto è andata a vuoto per la seconda volta la consegna dei due Centri Comunali di Raccolta di Enna dalla società Ennaeuno al Comune capoluogo. Secondo i vertici aziendali sia di Ennaeuno che della SRR le due infrastrutture devono essere consegnate comprensive di personale, 8 unità, mentre il Comune di Enna li vorrebbe “depurati” di questi. Quindi anche in questo caso una situazione di forte stallo che potrebbe essere risolta solamente se il Consiglio Comunale di Enna riapra la discussione sui costi del servizio della nuova società municipalizzata la Eco Ennaservizi prevedendo anche il costo di queste altre 8 unità. Ma ad oggi tutti parlano di buone intenzioni ma nessuno fa seguire fatti concerti. Ed i lavoratori continuano a rimanere senza prospettive ed a trascorrere il natale senza un centesimo

Visite: 297

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI