Emergenza rifiuti; il personale Tecnico – Amministrativo di Ennaeuno “Pronti ad un sacrificio economico”

Non meno di 800 mila euro. E’ la somma che il sindacato mette sul piatto come sacrificio del personale tecnico amministrativo di Enaeuno (circa 90 persone sui circa 450 dipendenti complessivi) per la riduzione del costo del servizio di raccolta dei rifiuti. La proposta formulata nella riunione di lunedì scorso con una riduzione dell’orario di lavoro a 30 ore. Al faccia e faccia hanno partecipato il rappresentante legale di Ennaeuno Antonino Di Mauro, il commissario straordinario inviato dalla Regione Eugenio Amato, il sindaco di Pietraperzia Antonio Calogero Bevilacqua come componente del Cda della Srr. Per le parti sociali, Maurizio Salvaggio della Cgil, Mario Stagno della Cisl, Filippo Manuella della Uil e Salvatore Sauro della Fiadel. I sindacalisti hanno ancora una volta ribadito di essere disponibili a discutere su riduzioni di emolumenti. Ma è fuor di dubbio che il resto della differenza tra il costo del servizio deliberato dai comuni, circa 21 milioni di euro e quello effettivo non meno di 28, deve essere recuperata con altri provvedimenti. Inoltre perplessità anche sulle notizie dell’avvio della raccolta differenziata “Porta a Porta” a Enna. Per i sindacati non si comprende come si possa avviare un servizio del genere se ai lavoratori si chiedono sacrifici economici e poi nello stesso tempo si allargano i servizi che devono espletare. Ma ad ogni modo da tutti i presenti al tavolo della trattativa è stato ribadito che anche con ancora non pochi distinguo è stato avviato un dialogo che alla fine del percorso dovrebbe portare ad una soluzione da tutti condivisa. Intanto sul fronte Srr, è stata convocata per il 19 ottobre l’assemblea dei sindaci per eleggere il nuovo componente del Cda dopo le dimissioni la scorsa settimana del sindaco di Leonforte Francesco Sinatra. Proprio la sua assenza non ha consentito sempre lunedì l’approvazione del bilancio della Srr visto che per adesso il Cda è composto solamente dal Presidente il sindaco di Regalbuto Francesco Bivona ed il componente Antonio Calogero Bevilacqua. E infine sempre riguardo all’avio da novembre della raccolta differenziata a Enna mercoledì scorso al Comune doveva tenersi una riunione tra i tecnici di Ennaeuno e dell’ente locale per stabilire gli ulteriori aspetti tecnici, anche se ad onor del vero, come precisato dal sindaco Maurizio Dipietro, il Comune nella gestione non ha assolutamente competenza.

Visite: 454

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI