Emergenza rifiuti, i 66 lavoratori del Cantiere di Enna “Riduzione del nostro stipendio per salvare 5 posti di lavoro”

Decurtarsi un pezzo di salario per salvare 5 posti di lavoro di altrettanti colleghi. E’ quello che vogliono fare i 66 dipendenti del cantiere di enna di Ennaeuno che a breve dovrebbero transitare nella nuova società che e stata costituita dal Comune di Enna. Lunedì prossimo in Prefettura dovrebbe essere firmato da sindacati e controparte l’atto di passaggio del personale. Ma in questo transito non sarebbero state previste 5 unita lavorative che prestano servizio nei due centri comunali di raccolta di contrada Venova e Scifitello che anche se fisicamente si trovano sul territorio comunale di Enna di fatto giuridicamente hanno una competenza provinciale e quindi un servizio i cui costi del personale non possono essere caricati tutti al solo comune di Enna. Ma mentre che pero si discute di chi sono le competenze questi lavoratori rischiano di perdere il posto di lavoro. Tra l’altro non percepiscono stipendio pieno dal giugno dello scorso anno. E stamattina alcuni di questi per disperazione si erano recati alla Rocca di Cerere in segno di protesta. Ma fortunatamente anche grazie al tempestivo intervento delle forze dell’ordine la ribellione è rientrata. In considerazione di tutto ciò tutti i dipendenti addetti al servizio di raccolta del cantiere di Enna hanno deciso di tagliarsi il 7 per cento del salario in modo da recuperare le risorse per i 5 colleghi senza oneri aggiuntivi al costo complessivo già deliberato dal consiglio comunale. La proposta è stata comunicata stamattina al sindaco Maurizio Dipietro da una delegazione di lavoratori. Dipetro ha detto che anche se non si prevedono costi aggiuntivi questa proposta dovrà lo stesso passare dal Consiglio comunale perché si tratta lo stesso di un ampliamento della pianta organica. “Con grande senso di responsabilità all’unanimità abbiamo preso questa decisione -conferma Paolo Riccobene dell’Ugl-non possiamo permettere che 5 nostri colleghi rischino il posto di lavoro. Quindi tutti insieme abbiamo deciso di fare questa scelta che vi posso assicurare non e stata facile a prendere ognuno ha i suoi problemi.ma in un momento di grande emergenza ognuno di noi deve fare la propria parte”.

Visite: 356

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI