Emergenza rifiuti, continua la protesta dei lavoratori del cantiere di Leonforte

Ci si augura che la protesta dei 14 lavoratori del cantiere di Leonforte possa avere una schiarita. Questi da tre giorni stanno occupando i locali della società Ennaeuno poiché non solo vantano sei mesi di stipendi arretrati ma sopratutto non hanno nessuna certezza sul loro futuro occupazionale. Infatti da oltre 2 mesi ovvero da quando il sindaco di Leonforte Francesco Sinatra ha tolto il servizio di raccolta da Ennaeuno affidandolo con una ordinanza sindacale in materia di protezione civile ad un’altra azienda, i 14 lavoratori sono stati “parcheggiati”, nei locali del centro comunale di raccolta di leonforte, tra l’altro dichiarati non idonei, a non fare niente. Una situazione divenuta giorno dopo giorno sempre più pesante sfociata giovedì scorso in una occupazione simbolica dei locali di Ennaeuno nel capoluogo in corso Sicilia. Sempre giovedì scorso i lavoratori accompagnati dai rappresentanti sindacali di Cisl e Fiadel si sono recati in Prefettura dove dopo un intervento del prefetto hanno avuto rassicurazioni che sarebbe stato loro saldata una mensilità arretrata. Ma tutto ciò non è bastato a convincere i lavoratori a desistere nella protesta e quindi sono rimasti in questi giorni in assemblea permanente all’interno dei locali.

Visite: 530

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI