Emergenza rifiuti: a Enna bassa e Pergusa situazione igienico – sanitaria sempre più preoccupante

Senza mezzi, senza autoparco, ma sopratutto senza soldi per gli stipendi. E’ in questo modo un passo in avanti e due indietro che va avanti la raccolta dei rifiuti nel capoluogo. Ieri mattina infatti il servizio non è stato svolto correttamente perchè diversi operatori si sono recati davanti al palazzo di città per protestare sul fatto si trovano con due mesi di arretrati di stipendio. Pare che il Comune abbia versato la propria parte per il servizio ricevuto a Ennaeuno, ma il nuovo commissario straordinario inviato dalla Regione Salvatore Cocina abbia utilizzato le risorse per i vari problemi che ci sono complessivamente nella società. Ma da voci ufficiose di Ennaeuno pare però che dall’amministrazione comunale di Enna sia arrivato solamente un acconto di 110 mila euro sull’importo complessivo della fattura che il Comune dovrebbe saldare mensilmente a Ennaeuno. Quindi anche volendo i soldi non sarebbero bastati per pagare neanche una mensilità. Così se a Enna alta la raccolta differenziata è andata ieri avanti lo stesso con la raccolta dell’umido, a Enna bassa e Pergusa dove non viene espletata la situazione è rimasta molto pesante con enormi cumuli di immondizia maleodoranti in diverse zone come Ferrante e contrada Gentilomo a Enna bassa e nei pressi del campo di calcio a Pergusa. Se poi a tutto ciò ci si aggiunge che ancora una volta i mezzi sono stati sfrattati dal proprietario dell’autoparco di contrada Misericordia per morosità, che i centri comunali di raccolta di Enna rimangono chiusi e quindi limitando l’attività di raccolta differenziata, che diversi degli stessi mezzi per la raccolta sono guasti e non si sa se potranno essere riparati per mancanza di risorse economiche, che in discarica si può conferire solamente un limitato tonnellaggio giornaliero stabilito dalla Regione, tutto diventa più complicato. Ma non è meno delicata la situazione che interessa tutto il personale amministrativo circa 80 persone che ormai non percepiscono lo stipendio da quasi 6 mesi e non avendo nessuna prospettiva su quando la loro situazione potrà essere sanata.

Visite: 623

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI