Emergenza Corinavirus; Piazza in Diretta; l’On. Luisa Lantieri >”Più risorse per la rete ospedaliera ennese”

Piazza In Diretta

ENNA- Novanta. Alle ore 18.00. Numero arido e agghiacciante. Un primato triste e preoccupante. Cifra impietosa fuoriuscita dall’ultimo report del Ministero della Salute. Enna è la prima provincia della Sicilia per numero di pazienti positivi al Covid 19 in relazione agli abitanti.Nella nostra provincia ogni 10.000 abitanti sono censiti 5.36 casi di malattia, 1 ogni 2.616 residenti, a Catania 1 ogni 3873,
a Messina 1 caso su 4510 abitanti e
Palermo 1 su 7368. Un’escalation impressionante che ha fatto sobbalzare l’onorevole Luisa Lantieri che ha preso carta e penna per lanciare un accorato grido di aiuto ai massimi vertici regionali, al presidente Nello Musumeci, all’assessore regionale Ruggero Razza, al capo della protezione civile Calogero Foti. “ Dobbiamo fare e ricevere più aiuto e strumenti per la nostra rete ospedaliera, commenta per telefono il deputato piazzese, servono aiuti immediati e tempestivi, i nostri ospedali sono già al collasso, prossimi al default se non si interviene tempestivamente. Siamo la provincia più piccola ma la più colpita dal Covid 19, i focolai individuati non mi fanno chiudere occhio, chiedo uno sforzo straordinario per la nostra popolazione, già penalizzata dalla distanza dalle più qualificate strutture sanitarie e dall’essere collocata nel cuore della Sicilia con le conosciute difficoltà viarie e infrastrutturali. Voglio risposte immediate.” Il picco sarebbe alle porte, gli esperti dell’organizzazione mondiale della sanità prevedono i prossimi dieci giorni come cruciali per la diffusione dell’epidemia sulla nostra penisola che, seppur con un trend generale in calo, non è ancora ben definita nel Sud Italia e nella nostra isola, colpita in ritardo dal virus. “ I numeri sono impietosi- chiosa Luisa Lantieri- io non ci sto ad attendere passivamente che si possa compiere un disastro ai danni della popolazione ennese. Novanta casi sono già un’enormità, servono rinforzi, attrezzature, posti letto, DPI, tutto ciò che è nella disponibilità della regione e della protezione civile sia prioritariamente destinato a chi sta soffrendo le maggiori pene. E rischia il tracollo umanitario.” Sin qui l’appello accorato della rappresentante regionale alla catena di comando siciliana sul Covid 19. Fate presto.
rlferrara

Visite: 91

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI