Elezioni Presidente della Regione: candidato unico per Sicilia Nazione, Fronte Nazionale Siciliano e Movimento per l’indipendenza della Sicilia

Politica: Sicilia Nazione, Fronte nazionale siciliano e Movimento per
l’indipendenza della Sicilia, si uniscono per un Movimento Nazionale,
che avrà un candidato alla presidenza della Regione. E lanciano un
appello a tutti gli autonomisti e indipendentisti, “Sottoscrivete il
nostro documento per la rivoluzione civile nell’isola”.

Palermo – Sicilia Nazione, Fronte nazionale siciliano e Movimento per
l’indipendenza della Sicilia, uniscono le forze per dare vita a un
Movimento nazionale, che correrà alle prossime elezioni, con un
candidato per la presidenza della Regione. I movimenti hanno
sottoscritto un documento che pone le basi per la costruzione di un
unico movimento nazionale siciliano, a cui partecipino indipendentisti,
autonomisti, sicilianisti, movimenti civici e tutti coloro che
“considerano la Sicilia e i suoi diritti al centro del proprio impegno”,
come si legge nel testo. “L’autonomia prevista dallo Statuto – affermano
Sicilia Nazione, Fronte Nazionale siciliano e Movimento per
l’indipendenza della Sicilia – era amplissima e, di fatto, comportava
quasi una federazione tra due Nazioni. Ma quel patto è stato violato
progressivamente fino a renderlo sostanzialmente inesistente. OggiAggiungi un appuntamento per oggi nei
fatti, non siamo più a Statuto speciale. Nessuna delle norme rilevanti
di quello Statuto ha ormai attuazione concreta”. Secondo i movimenti,
questo comporta l’avvio di una nuova stagione, “nella quale occorre
impegnarsi con determinazione per riaffermare a qualunque costo i
diritti e la dignità della Sicilia, ricostruendo una soggettività
culturale, politica e istituzionale del popolo siciliano”. “Se lo
Statuto fosse stato attuato – sottolineano i tre movimenti – la Sicilia
sarebbe una terra ricchissima. Decine di miliardi di euro che, ai sensi
di precise norme dello Statuto, dovevano rimanere nella nostra terra
sono finiti nelle casse di Roma e altre decine di miliardi di euro che
ci erano dovuti, non ci sono mai stati trasferiti. E non si tratta di
cifre generiche, bensì di calcoli reali”. Sicilia Nazione, Fronte
Nazionale siciliano e Movimento per l’indipendenza della Sicilia
lanciano un appello a tutte le forze e i movimenti autonomisti,
indipendentisti e siciliani. “Serve una grande rivoluzione civile alla
nostra isola. Per archiviare il vecchio ceto politico, dobbiamo
costruire un Movimento Nazionale mettendo insieme tutti quelli che, con
le più diverse sfumature, considerano la Sicilia e i suoi diritti al
centro del proprio impegno. Alle prossime elezioni questo movimento sarà
presente e avrà il proprio candidato alla Presidenza della Regione. Un
candidato che, se eletto, aprirà un contenzioso con l’Italia disdettando
prima di tutto l’accordo truffa stipulato tra Crocetta e Renzi e
chiedendo l’attuazione di tutti i diritti previsti dallo Statuto
originario e oltre”.

Visite: 576

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI