Edilizia. Unimpresa Enna propone Bonus Sismico

Incremento dell’edilizia, bonus sismico
La foto arriva via e-mail
Esistono le condizioni perché si possano creare le condizioni per incrementare il settore edile ? E’ una domanda che si è posta Unimpresa sia a livello nazionale che provinciale ed il presidente di Enna e Caltanissetta, Totò Puglisi ed il vice presidente nazionale Maria Concetta Cammarata hanno organizzato un incontro al quale hanno preso parte il commercialista Carlo Garofalo , in via privata il dottor Maurizio Perna , responsabile delle relazioni territoriali dell’Istituto Intesa SanPaolo, l’ingegnere Filippo Femminile di Pietraperzia ed altri tecnici della provincia per cercare di capire come ci si deve muovere per ottenere dei bonus sismici e bonus per la ristrutturazione delle strutture abitative a fondo perduto . La Legge (il deceto mille proroghe) è stata varata, consente di ricevere per il bonus sismico sino a 96 mila euro e per la messa in sicurezza circa 80 mila euro. Attivarsi positivamente in questo campo significherebbe attivare veramente il settore dell’edilizia. Ad aprire il lavori sono stati Totò Puglisi e Carlo Garofalo, i quali hanno spiegato che la legge c’è, (virtula per il dottor Perna) ma non ci sono i soldi, mancano i decreti attuativi, quindi bisogna attivarsi a livello nazionale perché la legge venga finanziata al più presto consentendo così di dare il giusto impulso all’edilizia perchè si potrebbero ristrutturare i centri storici, si potrebbe dare sicurezza alle abitazioni esistenti in zone sismiche. Per Totò Puglisi, oltre ad interessare i deputati nazionali è necessario effettuare una campagna di informazione e le imprese in piena crisi potrebbero trovare il giusto ossigeno per tornare ad operare . Una figura centrale sul bonus sismico e sulla ristrutturazione delle strutture abitative lo hanno i tecnici che devono elaborare i progetti, poi effettuare tutte le procedure per assegnare i lavori ad un’impresa, assegnare i progetti alla banca di riferimento per ottenere le anticipazione del soldi che dovrà pagare lo Stato . Unimpresa si sta preparando perché a settembre inizierà la campagna di informazione e nel contempo le sollecitazioni ai rappresentanti in Parlamento per finanziare la legge. Flavio Guzzone

Visite: 243

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI