Edilizia, Filca Cisl: “Bene impegno governo Musumeci ma non si ripeta errore dell’esecutivo precedente e si convochino i sindacati”

Edilizia, Filca Cisl: “Bene impegno governo Musumeci ma non si ripeta
errore dell’esecutivo precedente e si convochino i sindacati”

Palermo – “Apprezziamo il lavoro che l’assessore Falcone e il
presidente Musumeci stanno svolgendo per rimettere in moto il settore
delle costruzioni in Sicilia. E con spirito collaborativo gli
ricordiamo che per un’azione davvero efficace, non si può prescindere
dal confronto con le parti sociali”. Lo dichiara Santino Barbera,
segretario generale della Filca Cisl Sicilia, che, insieme a Feneal
Uil e a Fillea Cgil, ha chiesto già diversi mesi fa un incontro
all’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone. “Ieri in
conferenza stampa il presidente della Regione e l’assessore al ramo –
aggiunge Barbera – hanno ribadito quanto noi sosteniamo da sempre,
ovvero la necessità di accelerare i tempi per la realizzazione di
un’opera pubblica, oggi stimati complessivamente in 7 anni. Il primo
obiettivo da raggiungere è la velocizzazione della progettazione
esecutiva”. Per il segretario degli edili della Cisl siciliana, “si
devono aiutare tutte quelle amministrazioni locali che sono a corto di
professionalità adeguate nei loro uffici tecnici, e quelle che non
riescono a utilizzare il fondo di rotazione per la progettazione,
lasciando inutilizzati 13,5 milioni di euro”. Il settore delle
costruzioni negli ultimi 8 anni ha subito un calo drammatico: oltre
100mila posti di lavoro sono andati in fumo e oltre il 40% delle
imprese edili nell’isola ha chiuso i battenti. “Questo crollo –
prosegue Barbera – è avvenuto nonostante enormi risorse disponibili e
spendibili, a oggi rimaste colpevolmente ferme e ha accresciuto il
ritardo infrastrutturale con le altre regioni nazionali ed europee”.
“Il precedente governo ha mostrato assoluto disinteresse verso il
comparto edile – conclude Barbera – confidiamo che il nuovo esecutivo
segni il passo con atti concreti a sostegno di un settore che, per sua
peculiarità, è in grado di rimettere in moto l’economia, grazie
all’indotto che genera. Chiediamo nuovamente all’assessore Falcone di
convocarci, in modo da concordare strumenti essenziali per combattere
il dumping contrattuale e la concorrenza sleale tra imprese, cercando
di contribuire a dare dignità e legalità sia ai lavoratori sia al
settore”.

Visite: 146

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI