ECCO PERCHÉ SEI COSÌ STRANO: LA VERITÀ SULLA METEOROPATIA: diAlice Garofalo

ECCO PERCHÉ SEI COSÌ STRANO: LA VERITÀ SULLA METEOROPATIA
di Alice Garofalo

Eccoci arrivati alla fine di giugno, o siamo ancora ad aprile? Questo tempo sembra più confuso del nostro Governo!
Caldo la mattina e da mezzogiorno piogge, poi sole, poi di nuovo nuvoloni e acqua.
Da questo incipit potrei parlare delle cause: riscaldamento globale e inquinamento, o degli effetti sui terreni, dighe e laghi, sulle strade e i danni del forte vento. Sì, perché il tempo e le temperature hanno un forte impatto sulla nostra vita e sul mondo in cui viviamo, ma hanno un forte impatto anche sulla nostra mente e sul nostro corpo.
La meteoropatia è un disturbo fisico e psichico connesso a fenomeni meteorologici. Molti sono ancora dubbi sulla sua reale esistenza, ma la frequenza dei sintomi ha portato i ricercatori a studiare il fenomeno e a confermare che alcune persone sono particolarmente sensibili ai cambiamenti atmosferici e alcuni arrivano addirittura all’invalidità.
Infatti, la biometereologia ha svelato che un mal funzionamento dell’ipotalamo, in cui risiedono i meccanismi di termoregolazione, non permette all’organismo di adattarsi ad improvvisi cambiamenti ambientali ed è capace di avvertire disagio dalle 24 alle 72 ore che precedono gli sbalzi climatici.
Dunque, se siete suscettibili a temporali, venti, neve, caldo africano, nebbia, umidità, pressione atmosferica e via dicendo siete meteorosensibili. Prima che questa diventi un’inclinazione di cui vantarsi e prendere alla leggera fino a farlo diventare una moda, è bene precisare che occorre tenerlo sotto controllo affinché non si trasformi in meteoropatia, ossia un disturbo che tende alla cronicità. Questo è possibile con tecniche di rilassamento del corpo e della mente come la meditazione e lo yoga.
Essere meteoropatici non è per niente divertente, i sintomi principali sono: emicranie, affaticabilità, ipotensione, gonfiore allo stomaco, ipo o iperfagia, insonnia, dolori muscolari, deflessione del tono dell’umore (depressione) e difficoltà di memorizzazione e concentrazione, apatia. Questi sintomi si presentano, come detto in precedenza, uno o pochi giorni prima dell’arrivo della perturbazione climatica, trasformando questi individui in precisi strumenti meteorologici.
Non esistono rimedi per la meteoropatia ma si può agire sui singoli sintomi: analgesici per i dolori, per astenia e spossatezza sono indicati i vitaminici associati al magnesio e così via.
Alcuni di voi adesso potranno dare un nome al loro comportamento inusuale di questi giorni, ma che siate meteorosensibili, meteoropatici o nessuna delle due, su una cosa credo che siamo tutti d’accordo: di aprile ne basta uno solo!

Visite: 136

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI