Donne: lunedì convegno della Flai Cgil Sicilia su lavoro delle donne e violenza di genere nel 35° anniversario dell’uccisione per mano di mafia di Lia Pipitone

Donne: lunedì convegno della Flai Cgil Sicilia su lavoro delle donne e violenza di genere nel 35° anniversario dell’uccisione per mano di mafia di Lia Pipitone

Palermo, 21 set- Si parlerà di lavoro ma anche di violenza di genere e diritti delle donne lunedì 24 settembre alle 10 all’Auditorium della Rai nel corso di un convegno della Flai Cgil Sicilia dedicato a Lia Pipitone, uccisa dalla mafia il 23 settembre del 1983. Nella regione dove il tasso di occupazione femminile è al 29,5% , il più basso d’Europa, secondo la Flai Sicilia l’agricoltura può dare un grande contributo al lavoro delle donne, attraverso il rilancio anche del collocamento pubblico, sottraendo anche le donne a discriminazioni e forme di sfruttamento che spesso sono l’anticamera della violenza di genere. Lia Pipitone era una giovane donna, figlia del boss mafioso Antonino Pipitone, che la mafia decise di eliminare col consenso del padre perché “colpevole” di volere vivere in libertà la propria vita con scelte che , secondo la morale mafiosa, disonoravano la famiglia. La vicenda, dopo un’introduzione del segretario generale della Flai Sicilia Alfio Mannino, sarà ripercorsa negli interventi della scrittrice Maria Albanese, della responsabile del centro antiviolenza “Lia Pipitone” Adriana Argento, della sociologa Linda Grasso. A seguire una tavola rotonda sui temi del convegno, coordinata dalla giornalista Raffaella Cosentino ,con la partecipazione di Enza Pisa, segretaria della Flai di Palermo, Michele Pagliaro, segretario generale Cgil Sicilia, Francesca Garoffolo, dirigente generale del dipartimento regionale lavoro, Michela Giuffrida, della commissione agricoltura del Parlamento europeo, di Maria Barreca, imprenditrice agricola. La conclusioni saranno di Ivana Galli, segretari generale nazionale della Flai Cgil. Le due fasi del convegno saranno inframmezzate dalla rappresentazione teatrale dei pupi antimafia di Angelo Sirchia “La stanza di Lia”, dalla proiezione di un documentario tratto da “La donna in Sicilia” e dalla testimonianza di Pina Macaluso Galletto, attivista sindacale nelle Madonie negli anni ‘70 .

Visite: 178

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI