Dissesto idrogeologico: pochi fondi per la prevenzione

Una cifra irrisoria rispetto a quello che effettivamente serve, anche se però c’è la speranza che venga ulteriormente aumentata. E’ quanto denuncia il consigliere regionale dell’Ordine dei Geologi il valguarnerese Fabio Tortorici sui fondi comunitari previsti dalla Regione per la messa in sicurezza di un territorio sempre più fragile da un punto di vista idrogeologico. Nei giorni scorsi infatti nel corso di un workshop svoltosi a Caltanissetta sul tema “Europa Direzione Sud – Governo, professioni e imprese insieme per lo sviluppo del territorio”, inerente la pianificazione per collaborare con l’Assessorato Regionale alle infrastrutture nella programmazione Pos-Fesr 2014-2020 dalla stessa Regione è stato ribadito che le somme previste per la mitigazione del rischio idrogeologico sono appena 264 milioni di euro in pratica solo il 5,8 per cento dei fondi stanziati nella programmazione europea per la Sicilia nell’obbiettivo tematico 5 “Adattamento al cambiamento climatico e riduzione del rischio sismico ed idrogeologico”. “Ancora una volta il governo Crocetta ha trascurato un’occasione per attuare una strategia progettuale di sviluppo del territorio, mettendolo in sicurezza – commenta Tortorici – infatti, sono troppo esigue ed inadeguate le risorse previste”. Secondo Tortorici nel rapporto esposto nell’incontro dal Dipartimento Regionale della Protezione Civile, i danni prodotti dal 2000 al 2014 a causa di eventi catastrofici si valutano in circa 3.000 miliardi di euro. “L’esiguità dei fondi previsti, spicca di più se pensiamo che nella nostra isola 7 comuni su 10 sono soggetti a rischio idrogeologico – continua – sarebbe necessaria una rimodulazione del piano di riparto delle somme, con uno stanziamento congruo per la messa in sicurezza del nostro territorio senza aspettare ennesime ondate di maltempo, di alluvioni e frane. Le lacrime di coccodrillo versate dopo gli eventi calamitosi continuano a non essere accompagnate da un cambio di paradigma sulla indiscutibile necessità di interventi per prevenire il dissesto idrogeologico con finanziamenti adeguati e reali. Ad ogni modo come Ordine dei geologici della Sicilia abbiamo avuto da parte della Regione garanzie e rassicurazioni che le somme saranno rimpinguate anche se non si sa di quanto”.

Visite: 688

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI