Decreto Sicurezza: Cgil, da sindaco Orlando atto dirompente animato da ragioni condivisibili. “Anche gli altri sindaci prendano posizione”

Decreto Sicurezza: Cgil, da sindaco Orlando atto dirompente animato da ragioni condivisibili. “Anche gli altri sindaci prendano posizione”

Palermo, 2 gen- “La scelta del sindaco Orlando di sospendere l’applicazione del decreto Sicurezza per la città di Palermo è un atto dirompente animato da ragioni del tutto condivisibili”. Così. in una nota congiunta, i segretaridella Cgil Sicilia e della Camera del lavoro di Palermo, Michele Pagliaro ed Enzo Campo e Giuseppe Massafra, della segreteria confederale nazionale della Cgil, in merito alle decisioni del sindaco siciliano.
“La legge appena varata- aggiungono- è un decreto che punta a demolire il diritto d’asilo,
a consegnare ai privati l’accoglienza, puntando a investire su grandi centriche alimentano corruzione e razzismo e scaricando sui territori costi, disagio e tensioni sociali.
I tre esponenti della CGIL chiedono a tutti gli altri sindaci di prendere posizione “verso una legge sbagliata che si accanisce sui più deboli”.
Pagliaro, Campo e Massafra rilevano che “la sospensione del decreto a Palermo è conseguenza della poca chiarezza della norma, una norma che giudichiamo incostituzionale, in ordine alle procedure di iscrizione della residenza anagrafica, che non tiene conto dei minori non accompagnati, titolari del permesso di soggiorno per motivi umanitari e neanche degli stranieri che hanno il permesso di soggiorno per motivi di lavoro. “Ancora una volta – continuano- constatiamo che le scelte di governo, alimentate dalle continue dichiarazioni del Ministro degli Interni, sono fortemente caratterizzate da logiche propagandistiche e assai lontane da chi, invece, come il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a cui riconosciamo grande equilibrio, afferma, in linea con lo spirito Costituzionale del Paese, che
“Sicurezza è convivenza, basta con odio e insulti”.

Visite: 215

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI