Dalla lirica al pop, dal canto liturgico in latino alla break dance: così gli artisti ennesi rendono lode a Dio nella messa di sabato al teatro Garibaldi

Per la prima volta le tavole del palcoscenico del teatro Garibaldi di Enna si trasformeranno in altare per la celebrazione di una messa. Sabato 25 marzo alle 19 il teatro comunale del capoluogo più alto d’Italia accoglierà decine di artisti che non saranno applauditi, non riceveranno compensi, ma offriranno i propri talenti al servizio di Dio: ci sarà chi leggerà, chi canterà, chi suonerà, chi danzerà, chi curerà allestimenti artistici con la propria impronta creativa.

La Messa degli artisti rientra nel percorso quaresimale del giovani del Progetto 360 che prende il nome di Yes (Youth exsercises on the Spirit) e che quest’anno sta interrogando la città con il quesito “Chi è l’uomo?”. Dopo la giornata contro il femminicidio di mercoledì scorso, i ragazzi capitanati dal vice parroco del Duomo, don Giuseppe Rugolo, apriranno le porte del teatro agli artisti ennesi per una messa dedicata all’Annunciazione della Madonna e subito dopo si raduneranno nella chiesetta di San Pietro per un’adorazione notturna. “Non è una liturgia per gli artisti – tiene a precisare padre Rugolo – ma una messa in cui gli artisti aiutano tutti noi a riscoprire la via della bellezza, sotto l’egida della “tutta bella”, la Vergine santa. Abbiamo accolto nella celebrazione – aggiunge – repertori antichi della tradizione della chiesa, musica pop, canto lirico e persino break dance, per legare insieme più anime creative possibili”.

La messa sarà preceduta da un momento di riflessione sul tema “Chi è l’uomo?” curato dai giovani del 360, diretti da Elisa Di Dio. Ad animare la liturgia, celebrata da don Rugolo, saranno gli artisti Roberto Cohiba, Fabio Di Fina, Isteresi (Andrea Colaleo, Francesco Argento, Orazio Marazzotta, Antonio Menzo e Mario Branciforte), Antonino Interisano, Annamaria Solfato, Davide Campisi, Francesca Incudine, Luca Manuli, Elisa Di Dio, Patrizia Fazzi, Carmelo Danzè, Filippo Di Maggio, Dario Carmina, Francesco Puglisi, Eduardo Guarnieri, Chiara Li Muti, Pietra Saija, Marta Cannizzo, Simone Severino, Giusy Severino, Floriana Solaro, Giovanna Sauro, Barbara Perna, Dario Di Dio, Laura Patti, Clara Gruttadauria, Linda Di Dio, dj Massmellow, Igor Dell’Aera e Ottavio Miuccio. Le coreografie sono curate della Scuola di danza Centro new dases di Grazia Castronovo e dallo Studio danza di Mariella Rizza, Luca Manuli cura l’allestimento dei doni dell’offertorio (che si ispirano all’arte come strumento di comunicazione tra l’uomo e Dio), Paolo Previti e Melchiorre Contino curano l’allestimento dell’altare, progetto grafico di Silvia Vicari, service audio di Andrea D’Amico.

Diversi gli artisti della città che parteciperanno alla messa come assemblea. Alla liturgia collaborano attivamente i giovani del Progetto 360 e i fedeli della parrocchia della chiesa madre di Enna. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Visite: 480

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI