Crisi economica: il commento del presidente regionale di Unimpresa Salvatore Puglisi

Basta con i proclami: la politica si faccia carico di attuare un serio piano di sviluppo economico per il mezzogiorno. E’ ormai una triste realta’ il fatto che la crisi non lascia spazio ad ipotesi di facile o imminente ripresa e nel frattempo, sia il GOverno Regionale che Nazionale sembra che vivano in un’altra dimensione,ben distaccati dai problemi dell’economia reale. La crisi si respira dappertutto dalle catastrofi ambientali ai valori sociali, dalla crisi delle imprese ai valori amicali e familiari. E’ come se il medioevo fosse un ricordo roseo rispetto all’ oscurantismo che stanno vivendo le nostre generazioni. Per una rete di imprese come la nostra,il cui obbiettivo e’ quello di aiutare le imprese e ridare loro la dignita’ che ormai da molto tempo,troppo tempo, non gli viene piu’ garantita,diventa un atto dovuto quello di fare un’analisi della realta’ che ci circonda.Si sono fatti diversi piani che miravano ad un serio sostegno agli imprenditori e al rivoluzionamento della cultura imprenditoriale in tutta Europa,piani che prevedevano una seconda possibilita’ per gli imprenditori onesti dopo un fallimento,piani dove si buttavano le basi per creare un ambiente favorevole alla crescita delle imprese.Ma di tutto questo non e’ successo niente, ne la giustizia ne’ ,tantomeno le banche sono riuscite a dare una mano al mondo reale,infatti le banche hanno tolto gli strumenti economici alle imprese,primo di tutti la liquidita’ finanziaria,e lo stato continua a non fare nulla per mettere nelle condizioni di far partire un’attivita’ economica o per aiutarla nei momenti di grave difficolta’. Una cosa e’ ormai chiara a tutti che il cuore pulsante dell’economia Italiana sono le piccole e medie imprese, con quale coscienza si puo’ continuare a permettere che siano proprio loro, a pagare il prezzo piu’ alto di questa crisi? A chi imputare la responsabilita’ della morte di ogni singolo imprenditore che in questi anni di crisi sono stati circa 450, chi e’ stato strozzato dalle tasse e chi dalle banche.

Visite: 343

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI