Crisi economica: Unimpresa scrive a tutti i sindaci della provincia

Questa la Lettera che i vertici di Unimpresa Enna – Caltanissetta hanno scritto a tutti i sindaci della provincia di Enna

Egregio signor Sindaco  la scrivente organizzazione ha più volte sollecitato il Comune da Lei presieduto, al fine di progettare insieme una politica atta a sbloccare la situazione economica di stallo in cui versa.  Si è offerta la nostra operosa e gratuita professionalità proponendoVi incontri mirati che hanno registrato la Vostra assenza.  La voglia di fare non nasce che dal desiderio di incentivare le risorse economiche sul territorio, veicolando con progetti mirati ai fondi europei. Da una nostra indagine risulta che il territorio nisseno è uno dei fanalini di coda per quanto riguarda la presentazione e l’ottenimento dei su detti fondi. Se si riuscisse di progettare e ottenere fondi di cui si parla il territorio ne avrebbe numerosi vantaggi. Molte delle imprese locali avrebbero la possibilità di riprendere in mano il loro destino. I giovani potrebbero sperare di rimanere in terra nostra per guadagnarsi il frutto del loro lavoro anziché emigrare in altre terre arricchendole di forza lavoro e di intelligenze.  Signor Sindaco  siamo cittadini di sicura professionalità innamorati della propria terra e pronti a collaborare con le amministrazioni. Il sogno di ogni uomo è quello di poter essere, una volta formato, utile alla società offrendo le proprie competenze, ideando e costruendo  per migliorare per se e per chi rimane dopo di noi. Mi pongo e Le pongo una domanda: è giusto per ogni padre esigere di vivere vicino ai propri figli? E’ giusto per ogni uomo sperare che ciò che ha costruito in termini aziendali sia lasciato in buona eredità alle proprie dinastie e sperare di diventare sempre più grandi. Sono certo che Lei la pensa come noi e, vogliamo immaginare, che i suoi continui e difficili impegni di amministratore lo abbiamo così preso da non aver trovato tempo e luogo per ascoltare le nostre proposte. Siamo certi infatti della sua buona fede ed è per questo che le riproponiamo di incontrarci sicuri del fatto che la carica da Lei rivestita rappresenta la paterna volontà di fare del bene ai propri cittadini. I tempi sono difficili per amministratori ed amministrati, la collaborazione diventa parola d’ordine per tutti, e, come dicevano i latini, “per aspera ad astra”. Distinti saluti
La coordinatrice regionale                                                                                          Il presidente  Maria Concetta Cammarata                                                                                        Totò Puglisi

Visite: 387

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI