Cresce l’interesse dell’Italia verso VINISUD:

Cresce l’interesse dell’Italia verso VINISUD: l’edizione 2018 mette in risalto la richezza del territorio e del savoir-faire italiano

L’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – per la prima volta disporrà di una propria area istituzionale con una zona di degustazione libera.

I sparkling più rappresentativi dello stivale saranno presenti e verranno organizzate varie masterclass dedicate ai vini italiani: Vinisud fa il pieno di Italia ricordando l’appuntamento a Montpellier i prossimi 18, 19 e 20 Febbraio.

Vinisud punta sempre di più sull’Italia e quest’anno propone una vetrina quanto piu’ rappresentativa dei vini italiani.

Vinisud raccoglie un rinnovato interesse da parte delle aziende e delle istituzioni italiane e dà il benvenuto all’ L’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – che quest’anno per la prima volta sarà presente insieme a produttori provenienti da Sicilia, Puglia, Calabria, Campania e Basilicata. Altri stand accoglierano produttori del Piemonte (Piemonte Land of Perfection), produttori veneti del Bardolino Chiaretto, produttori del Consorzio Moscato d’Asti ma anche vini biologici delle marche e di altre regioni.

Il Prosecco DOC che organizza una masterclass sul tema della sostenibilità avrà un posto speciale come sponsor della « Sparkling Zone », zona di degustazione libera riservata ai vini frizzanti e spumanti.

Altre masterclass saranno dedicate ai vini italiani e piu’ precisamente ai vini vulcanici e ai vini del Sud Italia. Adriano Zago condurrà un seminario intitolato « Wine discovery in the Amphora of the Mediterranean » in cui verrà raccontato il contributo che l’argilla dona al vino. Ci saranno infine varie presentazioni e degustazioni di vini italiani all’interno dell’area « Wine Mosaic » area dedicate ai vini autochtoni del bacino del Mediterraneo.

I visitatori avranno quindi una panoramica completa sulla vitivinicultura italiana.

Vinisud, quarto appuntamento della Wine Week che ha inizio a Parigi con VinoVision Paris rappresenta un occasione unica per tutti i professionisti della filiera:

Nel 2018, per la prima volta, Vinisud si trova a concludere una settimana intensa per tutti i professionisti del settore, siano essi francesi o internazionali. Dopo VINOVISION Paris, che ha luogo dal 12 al 14 Febbraio al Parc des Expositions de la Porte de Versailles, i business meeting WWM GLOBAL Paris, organizzati dal 14 al 17 presso l’Hotel du Collectionneur 5*, e il FIA, dal 17 al 19, VINISUD, che avrà luogo dal 18 al 20 Febbraio, sarà il quarto appuntamento di questa « Settimana del Vino » il cui obiettivo è di rispondere al meglio alle aspettative dei professionisti di settore. Questa nuova edizione del Salone si articolerà attorno a 3 cardini: l’efficacia commerciale, la scoperta di novità e l’esplorazione di nuove tendenze di consumo.

Il Mondiale dei Vini del Mediterraneo: un format che valorizza l’identità dei vini del Sud e le evoluzioni del mercato

I vini del Mediterraneo rappresentano il 28,7% della produzione mondiale* e un terzo delle esportazioni mondiali**. VINISUD propone diversi formati e zone di degustazione libera per andare alla ricerca delle novità e per scoprire piccole perle nascoste. Il Salone offre quest’anno nuove griglie di lettura sul mondo del vino, con spazi che mettono in luce, ad esempio, gli attori di domani, l’enoturismo e il digitale.

*Fonte: Wine Intelligence 2017, anno di riferimento: 2015

**Esattamente il 28,5% nel 2016

VINISUD rivelatore di tendenze: riflettori puntati sullo sviluppo sostenibile e i mercati responsabili

Sempre all’ascolto delle tendenze di mercato e dei bisogni di espositori e visitatori, Vinisud quest’anno pone l’accento sull’analisi dei nuovi modi di consumo responsabile. E’ stato studiato un ricco programma che svilupperà tematiche connesse a questo arogmento, attraverso il censimento dei progetti di reponsabilità dei produttori, una esposizione delle iniziative sostenibili e anche la presentazione di 3 studi esclusivi:

Ø Lo studio « Stato dei luoghi di consumo del vino ’responsabile‘ in Francia e nel mondo », condotto con GRAINES DE CHANGEMENT, identificherà le tendenze emergenti in materia.

Ø Lo studio « Tendenze di consumo New York vs Parigi », con SOWINE, comparando il consumo di due città chiave, avrà un focus particolare sul consumo responsabile e sull’influenza delle etichette « responsabili » al momento dell’acquisto

Ø L’ »Osservatorio Internazionale dei Vini Mediterranei », secondo studio realizzato con WINE INTELLIGENCE, testimonia l’evoluzione del dinamismo dei vini del Mediterraneo nel mondo.

A PROPOSITO DI VINISUD

Ø Più di 30.000 visitatori internazionali, provenienti da 70 nazionalità. Tra questi, 400 buyer selezionati da VINISUD e da Sud de France nel quadro del Forum International d’Affaires.

Ø Quasi 1500 espositori, con la presenza di tutti gli operatori del mercato e dei paesi del Mediterraneo.

Ø Spazi che valorizzano l’innovazione, l’identità dei vini e dei terroir:

– Il Palais Méditerranéen con oltre 2.000 referenze in degustazione libera

– La Sparkling Zone, che raccoglie

– Lo spazio “Espressione Mediterranea” di Vinisud e Wine Mosaic, dedicate alle varietà indigene e ai vitigni rari

– La Nouvelle Vague volta a far conoscere i nuovi produttori

– Mediterranean Wine Tourism, in associazione con winetourismfrance.com, volta a valorizzare l’unicità delle culture vitivicole regionali

– Il Diglital Hub, che raccoglie tutti i numeri e i dati del Salone, gestito dall’agenzia Sowine

Montpellier, 30 Gennaio 2018

Visite: 108

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI