CORRUZIONE : PAGLIARO (CGIL), SCANDALI RILANCINO CAPACITA’ DEI CITTADINI DI INDIGNARS

Palermo, “L’auspicio è che i continui scandali che riguardano la
corruzione della politica e negli uffici pubblici e gli sprechi possano
davvero rilanciare la capacità dei cittadini di indignarsi e di
impegnarsi nella vita politica. Il disimpegno di massa, che si esprime
anche con l’astensionismo alle elezioni,fa solo perpetuare i vecchi
meccanismi”: lo dice Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil
Sicilia, a proposito dello scandalo dei gettoni di presenza nelle
amministrazioni comunali. Pagliaro riprende anche il caso della mancata
costituzione di parte civile della Regione nel processo per corruzione
al funzionario al funzionario del Territorio  parlando di “inammissibile
sottovalutazione, di gaffe che la dice lunga sull’attitudine del governo
a non fare corrispondere il dire con il fare. In ogni caso – sottolinea-
il governo regionale doveva dare un segnale chiaro e invece non lo ha
fatto”. Pagliaro rileva “l’importanza delle campagne di stampa che hanno
acceso i riflettori su questo caso e sugli altri. Corruzione e
illegalità devono uscire- sottolinea- dal comodo cantuccio
dell’assuefazione collettiva  e apparire per quello che realmente sono
con i danni alla collettività che effettivamente producono”. “Fa certo
rabbia- aggiunge il segretario della Cgil- che non si siano i soldi per
gli investimenti e per le tutele, che la spending review venga fatta
regolarmente sulla pelle dei lavoratori per poi scoprire che le falle
del sistema, gli sprechi,  si devono andare a cercare tra chi lucra
sulla fiducia accordatagli dai cittadini”. Pagliaro afferma: “Ora basta:
nel paese e in Sicilia c’è una vera emergenza morale che ha ricadute
pesantissime sul tessuto sociale ed economico. E nella nostra ‘ regione
a corruzione speciale’ responsabilità pesanti ha la politica ma anche la
burocrazia che si ritiene zona franca e dà il suo contributo negativo
alla situazione in atto”.

Visite: 646

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI