Coro Passio Hennensis, istituito l’Albo fondatori

Settanta coristi ennesi, il direttore del coro Giovanna Fussone, il direttore del corpo bandistico “Città di Enna” Luigi Botte, lo storico dell’arte Rocco Lombardo, il presidente del Collegio dei rettori delle confraternite ennesi Ferdinando Scillia, il suo vice Massimo Caceci, il rettore della confraternita di Maria Santissima Addolorata William Tornabene e l’assessore comunale al Turismo Paolo Di Venti sono stati i protagonisti venerdì 20 maggio a Enna dell’istituzione dell’Albo dei fondatori del Coro Passio Hennensis.

La poderosa formazione, che per la Settimana santa ennese ha ricevuto plausi e ovazioni per il suo contributo musicale e emozionale ai riti pasquali, si è così data una forma ufficiale, iniziando un nuovo percorso che prevede numerosi impegni di carattere artistico e storiografico.

La firma dei fondatori, introdotta da Ferdinando Scillia, è avvenuta all’interno di una cerimonia nella chiesa di San Marco, alla quale ha fatto seguito una messa solenne celebrata da don Giuseppe Rugolo, vice parroco della chiesa madre di Enna.

“Apporre una firma in un albo può apparire uno sterile atto formale – ha commentato Gabriella Cammarata – ma per noi rappresenta un impegno carico di significato, perché i nostri nomi di fondatori lasceranno un impronta a chi verrà dopo di noi. Sappiamo cosa Passio Hennensis rappresenta in questa città e cosa significa in particolare per noi coristi che durante la processione più silenziosa di tutta la Sicilia innalziamo le nostre voci trasformando il silenzio mistico in preghiera, incrociando gli sguardi commossi dei fedeli che si uniscono a noi intimamente”. Giovanna Fussone ha aggiunto: “Il nostro gruppo nasce come coro spontaneo, formato da persone unite per fornire un servizio artistico e orante alla città, e questo spirito deve rimanere tale. Oggi, in punta di piedi, compiamo un passo avanti verso l’ufficiale riconoscimento di una formazione profondamente legata ai riti pasquali ennesi”.

Ad arricchire la cerimonia, la performance musicale dei giovani del coro Passio, allievi del Liceo musicale di Enna e della corale della parrocchia di San Bartolomeo.
“Il canto è l’esperienza umana che permette di aprire il cuore per dialogare con lo Spirito – ha sottolineato don Rugolo nella sua omelia – l’esperienza straordinaria del coro Passio Hennesis dia a voi coristi la possibilità di fare della nostra vita un canto corale di gioia e amore’’. Alla fine della messa, il sacerdote ha coinvolto tutti i fondatori in una speciale benedizione, invocando Santa Cecilia, patrona dei musicisti.

Visite: 892

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI