Consorzio di Bonifica, lavoratori in stato di agitazione

I lavoratori del Consorzio di Bonifica n.6 Enna che hanno partecipato allo sciopero del giorno 08/09/2015, circa 100 lavoratori, gli stessi riunitisi in assemblea sindacale unitaria, che si è svolta presso la sede consortile di Enna, sentiti sia i Segretari provinciali di categoria FAI-CISL, FLAI-CGIL E FILBI-UIL, sia il Direttore del Consorzio sulle possibilità di sblocco dei pagamenti arretrati, dove è stato comunicato che i pagamenti non potranno essere effettuati entro il corrente mese, ma durante il mese di ottobre e comunque per una sola mensilità, mentre nessuna risposta si è ottenuta per tutte le altre rivendicazioni alla base della proclamazione dello sciopero, soprattutto sulle garanzie del futuro occupazionale, anzi come dichiarato anche in sede prefettizia, dallo stesso Direttore del consorzio sulla impossibilità di poter garantire la funzionalità del consorzio per la mancanza delle risorse necessaria al mantenimento delle normali attività di gestione.

Pertanto i lavoratori, fortemente preoccupati, per la garanzia del futuro lavorativo, oltre alle difficoltà anche a raggiungere il posto di lavoro, a causa dei gravi disagi economici causati dal lungo ritardo nei pagamenti delle spettanze, comunicano la continuazione dello stato di agitazione, con iniziative di protesta che continueranno nelle prossime settimane, e già da oggi comunicano che per la giornata di lunedì 21 settembre faranno un sit-in di protesta a partire dalle ore 12.00 innanzi la prefettura di Enna e con la presente di richiede di essere ricevuti da sua eccellenza il Signor Prefetto nella stessa mattinata del 21 settembre con una delegazione di lavoratori al fine di rappresentare la problematica.

Si tiene a specificare che le scriventi OO.SS. intendono porre in essere qualsiasi forma di protesta sindacale prevista dalle vigenti leggi per il rispetto dei diritti dei lavoratori.

Visite: 389

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI