CONFERENZA PER LA LIBIA A PALERMO, ALFONSO FARRUGGIA (UILPA) : “TOLLERANZA PER EVENTUALI RITARDI DA PARTE DEI LAVORATORI”

CONFERENZA PER LA LIBIA A PALERMO,
ALFONSO FARRUGGIA (UILPA) :
“TOLLERANZA PER EVENTUALI RITARDI DA PARTE DEI LAVORATORI”

10 novembre 2018
Maggiore flessibilità in ingresso e in uscita per i dipendenti degli uffici pubblici di Palermo, in occasione della Conferenza internazionale per la Libia che si terrà in città tra lunedì e martedì 12 e 13 novembre.
La richiesta porta la firma del segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione di Palermo Alfonso Farruggia che , nei giorni scorsi, ha inviato una richiesta a tutti i direttori degli uffici ministeriali, delle agenzie fiscali e degli enti pubblici non economici, finalizzata a ottenere da parte delle varie amministrazioni, tolleranza nei confronti dei lavoratori in previsione di possibili ritardi legati all’evento e ai disagi in termini di circolazione delle auto.
“Il Comune di Palermo – precisa Farruggia – ha infatti disposto alcune limitazioni sia per i pedoni che per i veicoli, con un’ordinanza del 6 novembre scorso: provvedimenti più che comprensibili, considerata la portata della Conferenza, che potrebbero tuttavia ripercuotersi sul rispetto dell’orario di lavoro”.
“A tal proposito – aggiunge il segretario – è d’obbligo rivolgere un ringraziamento alla direzione dell’Agenzia delle Entrate, che ha risposto immediatamente all’invito della Uil Pubblica Amministrazione e ha diramato un comunicato interno rivolto al personale, rassicurando i dipendenti che, in via eccezionale ed esclusivamente per i giorni interessati dall’evento, non saranno penalizzati né per eventuali ritardi, né per il mancato ocmpletamento dell’orario di lavoro, ai fini della valutazione del rispetto degli obblighi del lavoratore , come previsto dall’articolo 60 del vigente CCNL del Comparto Funzioni Centrali”.
“Sarebbe opportuno che le altre amministrazioni – conclude l’esponente della Uil – si adeguassero alla linea adottata dall’Agenzia delle Entrate, evitando di penalizzare il personale con eventuali ingiuste decurtazioni del proprio monte ore previsto per i ritardi e i permessi”.

Visite: 100

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI