Confartigianato Enna su Codice Etico

Una associazione di imprese che si fonda su valori etici e di legalità. E’ così che il presidente provinciale di Confartigianato Mario Cascio disegna l’organizzazione da lui presieduta e che come capita in particolare nei periodi difficili di crisi economica come quello che stiamo vivendo come tutte le altre associazioni non è esente da critiche sull’operato. “Oggi più che mai è vicina alle imprese – afferma – ed insieme a loro vogliamo superare il difficile periodo che sta mettendo a nudo crepe sempre più preoccupanti”. Ma Cascio innanitutto vuole precisare che solo le imprese regolarmente attive ed iscritte alla Camera di Commercio possono legittimamente associarsi ed essere parte della vita associativa. Cascio spiega che proprio in questo particolare momento in qualsiasi settore è necessario, a maggior ragione in quello economico, darsi delle regole espressione di trasparenza e chiarezza e che vengono definite attraverso processi decisionali democratici da parte degli imprenditori. “nel 2012 ci siamo dotati di un Codice etico – continua – nel quale tutti i soci si impegnano, rispettandolo, ad osservare comportamenti legalitari ed obbligandoli, nel caso in cui fossero vittime di intimidazioni o testimoni di illegalità, a denunciarne i fatti. Con lo stesso spirito, all’interno di Confartigianato , da anni è stato istituito un sportello Antiracket ed antiusura in convenzione con l’associazione “Fuori dal Coro. “Questo obbligo riguarda pure i funzionari ed i dipendenti tutti di Confartigianato. Al fianco del Codice Etico – continua – Confartigianato sin dalla sua nascita opera nel rispetto della carta statutaria che detta le regole per il funzionamento dell’associazione, legittimandone il ruolo e le attività modificata adeguandola al contesto di riferimento. La Confartigianato di Enna in questo periodo sta procedendo, al rinnovo degli organi provinciali. “Questo vuole essere per la nostra associazione – dichiara il Segretario provinciale di Confartigianato Rosa Zarba – momento di vita democratica e di confronto, sui problemi reali delle nostre imprese. Siamo consapevoli che, in questo particolare momento storico il ruolo dell’Associazione di Categoria diventa sempre più importante, per sostenere chi accetta la sfida di stare sul mercato”.

Visite: 914

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI