Confagricoltura Sicilia su recenti temporali

Con i primi temporali di stagione sono emerse tutte le fragilità strutturali della Sicilia. “Ciò che rattrista – commenta il presidente regionale della Confagricoltura, Ettore Pottino – è che per le nostre emergenze si dimostrano fallimentari anche i cosiddetti piani “B”.

Il presidente Pottino si riferisce in particolare alla frana che ha colpito la strada per Polizzi Generosa, utilizzata per sopperire  al crollo del viadotto sull’Himera, ed al deragliamento del treno sempre sulla tratta Palermo – Catania che doveva sopperire ai disagi nei trasferimenti tra le due città.

“Non vanno poi dimenticate – aggiunge il presidente della Confagricoltura siciliana – le centinaia di arterie secondarie, letteralmente bombardate, che rappresentano una vera e propria “via crucis” per tutti coloro che, come gli agricoltori, sono costretti a percorrerle quotidianamente per tentare di raggiungere le loro postazioni di lavoro”.

Il pensiero del presidente Pottino va quindi a tutte quelle aziende agricole che in questo momento risultano isolate e rischiano di perdere, in termini economici, anni di duro lavoro ed investimenti.

“Quest’ulteriore emergenza rischia anche di compromette  le operazioni, attualmente in corso, di coloro che devono realizzare gli investimenti cofinanziati dal PSR laddove permangono ancora incertezze per quanto riguarda la scadenza definitiva per la rendicontazione.

Su questo punto la Confagricoltura siciliana aveva in precedenza avanzato la proposta di chiedere a Bruxelles l’adeguamento dei termini di scadenza del PSR a quelli previsti per l’altro programma comunitario (PO FESR) e, di chiedere, a causa dei recenti danni alle vie di accesso alle aziende, l’attivazione delle cause di forza maggiore per il completamento degli investimenti aziendali.

Visite: 378

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI