Comparto Sanità; FP Uil Enna proclama lo stato di agitazione

Proclamazione Stato d’Agitazione . Richiesto Intervento di Sua Eccellenza il Prefetto e della Questura di Enna

La scrivente Segretaria Provinciale in virtù dei poteri di rappresentanza e delle norme di riferimento a tutela delle legittime aspettative dei lavoratori e della corretta applicazione delle norme giuridiche che regolano i contratti di lavoro intercalati nei processi di performance e meritocrazia, con la  presente, proclamano lo stato di agitazione sindacale , chiedono la formale attivazione , ne tempi di legge, della preventiva procedura di raffreddamento e conciliazione delle controversie , in ossequio alle modalità previste dall’art 11 del CCNL 1998-2001 e s.m.i. a sua Eccellenza il Prefetto di Enna.

Le motivazioni alla base dello Stato di agitazione è di seguito esplicitata:
 

Con Protocollo 009476 dell’ 11 Marzo 2019  è pervenuta alla Scrivente Organizzazione Sindacale in proposta di Regolamento di attribuzione di sommme economiche  dove la scrivente O.S. riscontra una palese Violazione e Falsa Applicazione art. 35 CCNL 7 aprile 1999 d art. 97 della Costituzione con riferimento agli artt.3 e 4 della proposta di regolamento Progressione Economica Orizzontale Anno 2019

Mancato riconoscimento del trattamento economico più favorevole’’ Fasce già acquisite’’ al personale del comparto sanità , circa 40 infermieri  infermieri, amministrrativi , operatiri tecnici ecc, assunti per concorso , per mobilità o per incarico provenieti da altre aziende, giusta disposizione pervenuta via pec al Capo Settore delle Risorse Umane dall’Aran – ROMA con  protocollo n.E 0009326/2017 del 22 dicembre 2017 in ossequio all’Art 31 Comma 10 del CCNL del 7 Aprile 1999, con grade danno economico per gli stessi operatori e per le famiglie,

Mancata attivazione dell’organismo paritetico per l’innovazione e monitoraggio delle assenze del personale  cosi come previsto dal CCNL comparto sanità vigente, e dall’articolo 3 del Contratto Intregratico vigente in seno all’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna
Mancato rispetto del Contratto Integrativo Aziendale Comparto Sanità approvato con delibera 897 del 30 Novembre 2018  e registrato all’Aran e Cnel in base a quanto previsto all’articolo 40 bis comma 5 del Decreto Legislativo 165/2001 ,

Mancata applicazione  del parere contenuto nel verbale del Collegio Sindacale dell’ Azzienda Sanitaria Proviciale di Enna composto dal Presidente Dr. L.Calandra e dai Componenti Dr.Di forti Dr Branciforti ,

Mancata conclusione delle procedure per soli titoli riservata al perosnale di comparto sanità dell’azienda  per l ‘attribuzione ad oltre 400 dipendenti delle progressioni economiche orizzontali ( fasce economiche) anno 2018  giusta delibera 1002 del 31 Dicembre 2018

Mancata conclusione delle procedure di assegnazione degli incarichi di funzione  con oltre 600 domande da parte dei dipendenti gia presentate in ossequio all’ avviso di selezione interna ai sensi dell’Articolo 14 e seguenti ( giuste delibere 900 e 901 del 5 dicembre 2018 )  , in cui i lavoratori hanno acquisito delle legittime aspettative .

Mancato rispetto delle prerogative e della libertà sindacale da parte del rappresentante legale dell’azienda sanitaria Proviciale di Enna dr francesco Iudica , il quale non ha permesso all’inizio dei lavori    di delegazione trattante del comparto sanità di dare lettura ad un documento ( pregiudiziale sindacale ) , condizione fondamentale di argomentazioni sopra citati da cui dipendono decisioni ed azioni successivi nel rispetto della legge e delle norme che regolano i contratto del publbico impiego.
Si precisa altresi che la lettura della pregiudiziale dei lavori e stata permessa al Segretario Generale UIL FPL Dr giuseppe Adamo dopo 3.42 minuti di attesa  a fine dei lavori, lettura che è avvenuta senza la presenza della restante parte sindacale che ha abbandonato l’aula senza nessun richiamo o decisione ufficiale in merito da parte del Dr Francesco Iudica.
Si precisa altresi che dopo la conclusione dei lavori di delegazione trattante ,  da quando è arrivato ad Enna il dr Iudica non vengono piu’ sottoscritti nella stessa  come avveniva in passato nel rispetto delle relazionmi sincacali.
Conmsiderato che in data 18 Marzo 2019  presso la Sala Convegni del P.O. Umberto i di Enna è stata convocata un altra riunione sindacale , al fine di ripristinare il corretto svolgimento dei lavori ed delle prerogative del sindacato UIL FPL firmatario del Contratto Collettivo nazionale di Lavoro  vigente, , la scrivente Organizzazione Sindacale chiede la presenza dei funzionali della Questura di Enna.
Il  presente comunicato vie  inviato all’Osservatorio dei conflitti sindacali Presso il Ministero della Salute , All’Assessore alla Salute Regione  Sicilia, alla I e VI Commissione Sanità Assessorato Alla Salute Regione , al Ministreo della Funzione Pubbica, al Presidente della Corte dei Conti  per gli atti di ocmpetenza,

  F.to Il Segretario ProvincialeUIL FPL  con delega alla Sanità
                                    Dott. Gaetano Faraci

Visite: 245

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI