Cna Enna, piena solidarietà ai lavoratori della Provincia

CNA ENNA: PIENA SOLIDARIETA’ AI PRECARI DELLA EX PROVINCIA DI ENNA

Anche la CNA di Enna, attraverso il suo Presidente Provinciale Filippo Scivoli

esprime piena solidarietà ai Precari della ex Provincia Regionale di Enna

La drammatica situazione che vivono oggi i lavoratori della ex provincia di Enna, dichiara Filippo Scivoli Presidente Provinciale della CNA, non può passare inosservata dagli attori principali dello sviluppo del territorio, anche se non coinvolti direttamente nell’azione politica o sindacale.

Ciò è’infatti la cartina tornasole di tutti malfunzionamenti e le criticità a cui è esposto il nostro territorio provinciale e regionale.

Innanzitutto,  desidero manifestare la solidarietà ai lavoratori che oggi sono minacciati dalla perdita del lavoro, alle loro famiglie che vedono minata la loro serenità e ai dipendenti tutti della ex provincia che rischiano da qui a breve di essere messi in mobilità.

Non è usuale per un’organizzazione datoriale, come la nostra, intervenire in favore delle azioni di protesta dei lavoratori, ma questa azione rappresenta lo smantellamento di un organo intermedio che in passato ha messo assieme territori e strategie territoriali diffuse.

A mio avviso, l’errore è stato quello di mettere in discussione l’organo di area vasta, anziché l’efficienza della sua azione. Così, da quando è stato bloccato il suo funzionamento si è fatalmente cancellata ogni logica di sviluppo territoriale.

L’impressione che si ha da tempo, è che ciascuno parli per se e per il suo Comune. Anche nelle organizzazioni economiche e sociali si registra un grave arretramento dove ognuno è portatore di interessi sempre più particolari.

Per il territorio ennese, gli organismi intermedi sono essenziali, più che in altre aree della nostra Regione. Per questo abbiamo sostenuto tutte le azioni di difesa degli enti e degli uffici dell’ennese, come fu per la Prefettura.

Ma ancora più paradossale è il fatto che a questa situazione si arriva con un’azione pasticciata della Regione, che pur di metterci lo zampino ha determinato questo stato di cose.

Oggi siamo in questa grave situazione ma, da diversi mesi l’ente non riesce ad operare. Così, la viabilità provinciale che da anni è considerata pericolosa per l’incolumità di chi la percorre, oggi è diventata un disastro, l’edilizia pubblica è inesistente, l’azione di programmazione e progettazione del territorio è una chimera.

Se la prospettiva non cambia, in discussione è la tenuta del nostro territorio e quindi la stabilità economica delle nostre imprese, dei lavoratori, delle famiglie e dei cittadini.

Per questi motivi, a nome della CNA tutta, non posso non esprimere la piena solidarietà ai precari della ex provincia, a quei lavoratori che hanno permesso all’ente di funzionare, ente che è stato uno dei pochi che con la sua attività ha permesso di mantenere il tessuto produttivo locale efficiente, permettendo e mantenendo lo sviluppo territoriale, garantendo così alle imprese del territorio la presenza sul mercato regionale e nazionale.

Visite: 278

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI