Cisl Sicilia su Collegio infermieri Palermo

Sanità: Collegio infermieri Palermo (Ipasvi), “All’Arnas Civico fondamentale la figura dell’infermiere dirigente. Assessore Baldo Gucciardi non si faccia fuorviare da errate interpretazioni della legge e valorizzi questi operatori indispensabili per la sanità cittadina”.

 

Palermo – “L’assessore Gucciardi non si faccia fuorviare da errate interpretazioni legislative e mantenga, nell’atto aziendale dell’Arnas Civico di Palermo, le unità operative complesse a conduzione infermieristica e le unità operative semplici sia infermieristico che di altri profili professionali”. Lo dichiara il presidente del Collegio degli infermieri della provincia di Palermo (Ipasvi), Franco Gargano commentando i rilievi mossi dall’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, all’atto aziendale dell’ospedale Civico di Palermo. “La normativa che viene richiamata nelle osservazioni fatte sul documento di pianificazione del nosocomio cittadino, prevede che queste unità siano presenti nelle aree metropolitane e non solo all’interno delle Asp. D’altronde non potrebbe essere diversamente dato che all’ospedale Civico di Palermo operano 1300 infermieri, 200 operatori sociosanitari (Oss) e 100 ausiliari. Questo personale non può che essere gestito da una figura apicale come l’infermiere dirigente anche e soprattutto per i conseguenti effetti positivi sulla qualità assistenziale”. Franco Gargano sottolinea la fondamentale importanza di questi operatori nell’erogazione dei servizi sanitari. “Chiediamo che siano garantiti i diritti di questo personale- continua il presidente del Collegio Ipasvi di Palermo – perché la dirigenza, i medici possono svolgere al meglio il loro compito grazie a questi lavoratori che hanno competenze e professionalità indiscutibili. E’ importante mettere da parte interessi specifici e guardare esclusivamente all’interesse della cittadinanza che deve usufruire di standard sanitari sempre più elevati”.

Visite: 441

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI