Cisl Sicila su problema sicurezza a Palermo

Sicurezza: Scaglione (Cisl Fp), “Le istituzioni non agiscono e
lasciano la Polizia a gestire da sola le emergenze di Palermo”.
PALERMO – “La cronaca di ieri racconta dell’ennesima aggressione a due
agenti della Polizia municipale di Palermo da parte di un venditore
abusivo. Non è ammissibile che si deleghi unicamente alla Polizia
municipale la gestione delle emergenze di Palermo, come il commercio
abusivo, svolto da chi agisce deliberatamente violando le regole e
anche da chi è costretto ad arrangiarsi in un momento difficile come
questo. Le istituzioni agiscano subito, senza continuare a girare la
testa dall’altra parte”. Lo dichiara Nicolò Scaglione, segretario
aziendale al Comune di Palermo della Cisl Fp Palermo Trapani che
aggiunge: “Nell’assemblea del 15 ottobre scorso, a cui ha partecipato
il 90% del personale della Polizia municipale, sono emersi problemi
atavici, come la carenza di unità, l’età media elevata degli agenti,
la mancanza di strumenti tecnici essenziali, quali autovetture ad
esempio e l’inadeguatezza delle dotazioni disponibili. Tutti temi che
sono stati portati più volte all’attenzione degli organi competenti,
senza che sia avvenuto alcunché”.
“Non bastano più la buona volontà e l’abnegazione degli agenti –
afferma Scaglione – non è più sufficiente il senso del dovere per
arginare i fenomeni crescenti di tensione sociale che vanno dal
commercio abusivo ai posteggiatori anch’essi abusivi, per citare i
casi più frequenti”. “Facciamo appello alle istituzioni – conclude
Scaglione – affinché attuino soluzioni idonee a fronteggiare
l’emergenza abusivismo e a sostenere concretamente l’operato della
Polizia municipale di Palermo”.

Visite: 2012

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI