Cinque delegazioni europee all’istituto Alberghiero “Federico II” di Enna per condividere esperienze di lavoro e amicizia

Amicizia, studio, lavoro, ma anche passeggiate turistiche e degustazione di arancini. Sono questi gli ingredienti messi in tavola dall’istituto alberghiero Federico II di Enna che da martedì mattina e fino a domenica ospiterà cinque delegazioni europee (60 persone in tutto, tra dirigenti scolastici, studenti e docenti) aderenti al progetto Erasmus plus “On the road to entrepreneurship”.
Per gli ospiti di Cipro, Polonia, Belgio, Portogallo e Ungheria è stata organizzata ieri mattina in istituto un’accoglienza con canti e danze siciliane curate dal gruppo folk Granfonte di Leonforte, i balli dei due studenti Giovanna Vaccaro e Angelo Mazzola (campioni regionali di balli latino-americani), l’inno europeo e l’inno italiano e poi il saluto del dirigente scolastico dell’Alberghiero, Giuseppina Gugliotta, rigorosamente in inglese.
E’ partita così la maratona di workshop ed esperienze di lavoro che vedrà le sei squadre (scuola ennese compresa) presentare la simulazione della creazione di un’azienda, fare tirocinio in alcune strutture alberghiere ennesi convenzionate, e naturalmente scambiarsi ogni esperienza. In programma, tour della città, un salto a Punta secca, sulla spiaggia del commissario Montalbano, a Scicli, Ragusa Ibla, al campo di germoplasma di contrada Zagaria, in aziende locali, un incontro con Vincenzo Fasone, docente di Economia aziendale dell’Unikore di Enna che sta seguendo la progettazione dell’azienda degli studenti ennesi, e persino una serata dedicata agli arancini fritti, preparati nelle cucine dell’Alberghiero da tutti i docenti del progetto Erasmus (per i non ennesi è aperta la sfida all’ultimo chicco di riso). Gli studenti ospiti si appoggeranno per l’intera settimana a casa dei colleghi ennesi che faranno loro pure da ciceroni per le vie della città.
Le delegazioni straniere sono state accolte anche dal sindaco di Enna Maurizio Dipietro. Alla giornata d’apertura dei lavori di martedì erano presenti, tra gli altri, il presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti Fabio Montesano, la presidente della Condiretti ennese Salvina Russo e la docente responsabile del progetto Erasmus Alida Di Martino. Al taglio del nastro, l’azienda “Ki sciauru” degli studenti ennesi, che prevede la produzione di sali aromatici da cucina.
Mariangela Vacanti

 

Visite: 1685

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI