Cinisi si è riunito il Gruppo Consiliare Ri-Generazione

COMUNICATO STAMPA DEL MOVIMENTO CIVICO “LA RI GENERAZIONE”
Giovedì 18 Maggio 2017 alle ore 18 30 si è svolta una seduta ordinaria del Consiglio Comunale di Cinisi in seconda convocazione. Come ben sapete quella del giorno precedente è stata rinviata a causa della mancanza del numero legale venutosi a verificare alle ore 22.00, dopo una pausa lavori di circa un’ora.
Nel corso della seduta del 18 maggio finalmente siamo riusciti a discutere in aula le due mozioni protocollate il 14 aprile, l’esito della votazione è stata la seguente:
1) Richiesta di iniziare in breve tempo la procedura ad evidenza pubblica prevista dalla legge per la concessione dei beni confiscati alla mafia sul territorio di Cinisi ai soggetti (associazioni, cooperative etc..) in possesso dei requisiti contenuti nella legge 109/96 e S.M.I. nonché del regolamento del comune di Cinisi.

Il nostro rappresentante in consiglio, il capogruppo Conny Impastato ha esposto in aula il contenuto della mozione, molti altri Comuni hanno già avviato la procedura di evidenza pubblica prevista dalla legge per l’assegnazione dei beni e Cinisi sta rimanendo indietro!Sono tante le associazioni che lavorano sul territorio e che hanno oggettivamente la necessità di disporre di uno spazio: quale migliore occasione sarebbe quella di restituire alla cittadinanza un bene confiscato e donargli nuova vita e nuovo scopo? Sarebbe un simbolo della vittoria della Stato sul malaffare che da troppo tempo attanaglia la nostra terra!

L’esito al termine della votazione è il seguente: MOZIONE BOCCIATA! Il neocapogruppo della maggioranza Vito Sollena ha sostenuto che i beni non siano accatastati e quindi non disponibili per un bando di evidenza pubblica. Ci dispiace confutare la dichiarazione del neocapogruppo, ma abbiamo ribattuto evidenziando che la maggior parte dei beni in disponibilità del Comune di Cinisi sono accatastati e quindi fruibili dalla cittadinanza; quello che ci rammarica è che manca solo la volontà di questa Amministrazione, che continua a gestire il beni pubblici come fossero cosa privata!!!

2) Richiesta di manifestare interesse alla stipula del protocollo di intesa con l’Ente Sviluppo Agricolo ESA valutando tra le varie sottomisure previste dal bando, quella più idonea alle esigenze del territorio di Cinisi, in vista di un eventuale fase di progettazione successiva.

Il nostro rappresentante, in consiglio il capogruppo Conny Impastato ha esposto in aula il contenuto della mozione poiché è un occasione da non perdere: ci sono più di 59 milioni di euro di investimento, da attingere tra i fondi PSR SICILIA 2014/2020.
Arrivare a reperire questi fondi non è facile ma da tempo chiediamo che il Comune di Cinisi si doti di un ufficio Europa competente per poter ottenere questi fondi, ma tale richiesta rimane inevasa. Abbiamo altresì suggerito di “aggirare l’ostacolo” stipulando questo protocollo di intesa con l’ESA (Ente Sviluppo Agricolo), che mette a disposizione i propri uffici e funzionari per l’avvio della procedura di finanziamento e di progettazione, ribadendo che è un’occasione da non perdere e 3 delle sottomisure del bando fanno al caso nostro:

la sottomisura 8.1 sostegno alla forestazione/all’imboschimento;
la sottomisura 8.3 sostegno alla prevenzione dei danni arrecati alle foreste dagli incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici;
la sottomisura 8.4 sostegno per il ripristino delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici;

Quella su quale pone l’attenzione il Movimento Civico la Ri Generazione è la seconda, perché prevede la realizzazione di interventi di prevenzione su scala locale contro incendi ed altri pericoli naturali dal dissesto idrogeologico e dai fenomeni di erosione.

Secondo l’allegato A della sottomisura 8.3, gli interventi di prevenzione dal dissesto sono ammissibili solo nelle zone classificate a vincolo idrogeologico ai sensi del R.D.L. n.3267 del 1923 e nelle aree classificate a rischio e/o pericolosità del Piano stralcio per l’Assetto Idrogeologico della Regione Sicilia (PAI) e parecchie zone del territorio di Cinisi sono state dichiarate a Rischio e/o Pericolose, le prime a saltar all’occhio sono i versanti della strada provinciale SP 20, ripetiamo ancora che è un’occasione da non perdere e bastava soltanto mandare una PEC all’indirizzo riportato nella mozione ENTRO IL 30 APRILE e per questa ragione nonostante il punto non venisse mai discusso in aula per continui rimandi della seduta abbiamo pubblicato la mozione al fine che Sindaco ed assessori la leggessero e ne prendessero consapevolezza.

Ma un enorme delusione ci attende, la dichiarazione preparata della maggioranza riguarda un altro argomento, l’utilizzo degli operai in prestito dall’ESA e che stanno operando sul territorio di Cinisi. In altre parole la maggioranza non ha neanche letto il contenuto della mozione!!!
Rimaniamo esterrefatti, sia per l’incompetenza e sia per strafottenza con la quale veniamo trattati!!!!
PRENDIAMO ATTO CHE LA MAGGIORANZA NON LEGGE I TESTI DELLE MOZIONI CHE SI APPRESTANO A VOTARE, CON QUESTO ATTEGGIAMENTO IRRISPETTOSO NEI CONFRONTI DELLE ISTITUZIONI FANNO PERDERE ALL’INTERA CITTADINANZA LA POSSIBILITA’ DI ACCEDERE A DEI FINANZIAMENTI SOLTANTO PER IL GUSTO DI SNOBBARCI!!!
EPPURE BASTAVA SOLO INVIARE UNA MAIL E SBATTERCELA IN FACCIA IN CONSIGLIO COMUNALE!!
COME GRUPPO D’OPPOSIZIONE AVREMMO APPLAUDITO AL GESTO CHE CONTRIBUIVA AD ARRICCHIRE IL PAESE DI CINISI DI OPERE NESSARIE ALLA MESSA IN SICUREZZA DEL TERRITORIO…E INVECE NIENTE!!!
MOZIONE APPROVATA MA MAIL NON INVIATA..QUINDI INUTILE!!!
SIAMO AVVILITI, L’INCOMPETENZA REGNA SOVRANA, I LAVORI D’AULA VENGONO SNOBBATI COME SE L’ORGANO PRINCIPE DELLA DEMOCRAZIA OSSIA IL CONSIGLIO COMUNALE NON SERVISSE!!!
LASCIAMO A VOI CITTADINI IL GIUDIZIO IN MERITO ALL’ACCADUTO.

Visite: 170

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI