Cinema, Festival Florio, omaggio a Buster Keaton

Una proiezione dedicata all’indimenticabile Buster Keaton, nell’anno del 50mo della scomparsa (Piqua, 4 ottobre 1895 – Woodland Hills, 1º febbraio 1966), interpretata dal vivo al pianoforte da una interprete eccezionale, sarà l’evento che inaugura la quinta edizione del FestivalFlorio di Favignana, nella cornice delle antiche cave di calcarenite all’interno del meraviglioso giardino del Cave Bianche Hotel.

Un cine-concerto speciale in cui non si “accompagnerà” semplicemente il cinema muto, ma lo si commenterà, lo si anticiperà, lo si spiegherà integralmente coi suoni, con la partitura composte ad hoc per questa pellicola. Rossella Spinosa è certamente la compositrice italiana maggiormente affermata nella composizione di nuove partiture per il cinema muto. Ha composto le musiche per oltre settanta opere cinematografiche, numerose per orchestra, eseguite nei maggiori teatri e festival in Italia e all’estero. Docente presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo, svolge regolarmente corsi di Composizione e Storia della Musica applicata alle Immagini, nonché tiene laboratori e masterclasses di composizione sul cinema muto in diverse istituzioni e Conservatori, italiane e straniere.

Come vinsi la guerra (The General) è un film del 1926 di Buster Keaton. Il film è stato inserito nel 1989 tra i film conservati nel National Film Registry presso la Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti e nel 2007 l’American Film Institute lo ha collocato al diciottesimo posto della classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi, dopo averlo già inserito nel 2000 al diciottesimo posto nella classifica delle 100 migliori commedie americane di tutti i tempi.
Il protagonista è Johnnie Gray diviso tra i suoi due grandi amori: la sua locomotiva e la sua fidanzata. Ma c’è la Guerra di Secessione e il suo treno è bersaglio di un piano dell’esercito nordista per interrompere le comunicazioni tra gli avamposti confederati e le grandi città del sud. Durante una pausa di viaggio, alcune spie nordiste rubano la locomotiva “Il Generale”…
Il film è ispirato da una storia vera ed è stata una delle pellicole più amate da Buster Keaton, una perfetta miscellanea di commedia, sentimento ed avventura. Per nulla apprezzato dalla critica e ignorato dal pubblico alla sua uscita nelle sale statunitensi, il film fu per Keaton un doloroso insuccesso commerciale, nonostante la United Artists vi avesse investito molto, distribuendolo inizialmente anche in versione colorata, come si usava fare con i film importanti. Solo negli anni successivi, la critica comprese che si trattava in realtà di una delle commedie più belle dell’epoca del muto. Forse addirittura uno dei film più belli della storia del cinema.

Visite: 588

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI