Cgil Sicilia su vertenza Accenture

Palermo, 28 nov- “Ci auguriamo che l’assenza della Regione siciliana,
ieri al tavolo al ministero del Lavoro sulla vertenza Accenture, sia
stato causata da un disguido e che non sia una scelta o una
sottovalutazione, perché se così fosse sarebbe grave. La situazione
resta infatti delicata e per i lavoratori è importante avere al fianco
anche le istituzioni regionali”: lo dicono Mimma Argurio, della
segreteria regionale Cgil, e Marcello Cardella, segretario regionale
della Slc. L’incontro si è comunque concluso con un nulla di fatto ed è
stato riaggiornato all’11 dicembre, sempre al ministero del Lavoro. “I
tempi stringono- dicono i due esponenti della Cgil- e ci auguriamo che
l’11 sia la volta buona per la soluzione di una vertenza che vede appesi
al filo 262 dipendenti del call center, che a fine anno rischiano di
trovarsi senza lavoro, e che questa volta l’assessorato regionale al
lavoro non faccia mancare il suo supporto”.

Visite: 549

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI