Cgil Sicilia su posti di lavoro a rischio a Italia Lavoro

Palermo , 17 nov. A rischio a Italia Lavoro i rinnovi per 70 co.co.pro .
A lanciare l’allarme sui collaboratori a progetto sono il Nidil Cgil e
la Fisac siciliane. “Dopo l’incontro del 4 novembre che si è tenuto
presso il Ministero del Lavoro, con il Segretario Generale Dott.
Pennesi- dice la segretaria generale della Fisac Sicilia, Francesca
Artista- ci sembra pretestuoso mettere in discussione, come sta facendo
l’ad di Italia Lavoro, il programma presentato che sembrava essere il
giusto riconoscimento degli ottimi risultati raggiunti dai collaboratori
e dai dipendenti di Italia Lavoro in Sicilia”. “Si tratta di addetti
altamente specializzati e professionalizzati che da oltre 7 anni operano
con diligenza e valore- aggiunge Alberto Sudano, rsa Nidil – che non
meritano di essere messi alla porta, per ragioni non direttamente
collegate alla loro attivtà”. “Non vorremmo – rileva Giuseppe Oliva, del
coordianamento regionale di NidiL Sicilia- che mentre regna sovrana la
confusione su questo segmento del lavoro ancora una volta chi ne debba
pagare le spese siano collaboratori a progetto, in questo caso di Italia
Lavoro. Speriamo quindi che venga data una celere risposta alla
richiesta di incontro fatta da Nidil CGIL, Felsa CISL e UILTEMP UIL
proprio per capire e chiarire quanto sta avvenendo in Sicilia, ferma
restando ovviamente – conclude- la discussione complessiva già aperta
al tavolo del Ministero del Lavoro relativa al rinnovo di circa 1300
lavoratori”.

Visite: 486

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI