Cgil Sicilia su nuova morte sul lavoro

Incidenti lavoro: morto l’operaio schiacciato da un cancello. Cgil: si
conferma abbassamento livelli di sicurezza nel polo industriale di
Siracusa. Subito un piano straordinario di controlli

Palermo, 11 set- E’ morto il capo officina dell’azienda Coemi di Priolo
investito stamani da un pesante cancello mentre era al lavoro. Ne dà
notizia la Cgil che, nell’esprimere cordoglio, rileva come “due gravi
incidenti sul lavoro nella stessa area in pochi giorni- dicono Michele
Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia, e Paolo Zappulla
segretario generale della Camera del lavoro di Siracusa- non sono certo
frutto di una coincidenza né, come alcune fonti imprenditoriali
sostengono, ‘eventi episodici’. Si conferma invece piuttosto-
sottolineano- quanto da tempo denunciamo: un abbassamento dei livelli
di sicurezza in tutto il polo industriale, che riguarda sia i grandi
committenti che le imprese metalmeccaniche locali”. Secondo i due
esponenti della Cgil “questo è un fenomeno preoccupante che può avere
conseguenze imprevedibili e sempre più pesanti”. Da parte del sindacato
dunque la richiesta di “un intervento immediato e di portata
straordinaria- affermano Pagliaro e Zappulla- che coinvolga tutte le
istituzioni, a partire dal governo nazionale, per attivare tutti gli
organi preposti affinchè siano effettuati controlli a tappeto su tutta
l’area industriale”. Oltre al piano straordinario di controlli, per il
sindacato “vanno verificati i sistemi di prevenzione per individuare le
eventuali falle, avviando anche una valutazione sui piani di
investimento delle aziende in relazione alla sicurezza”. “Alle
istituzioni- concludono Pagliaro e Zappulla- chiediamo di lanciare un
messaggio chiaro che restituisca serenità ai lavoratori e al
territorio”.

Visite: 374

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI