Cgil e Anpi Sicilia su 8 marzo

8 marzo: “Le donne fanno la Repubblica”: manifestazione di Cgil Sicilia e Anpi a Palermo con la presidente nazionale Anpi Carla Nespolo

Palermo, 8 marzo- I temi della democrazia, dell’antifascismo, del contributo dato donne alla costruzione della Repubblica, assieme a quelli dei diritti, del lavoro e del contrasto alla violenza che abbia le vesti dell’aggressione razzista o quella della violenza di genere sono stati i temi al centro oggi dell’iniziativa promossa a Palermo dalla Cgil e dall’Anpi della Sicilia, assieme a Spi e Flc regionali e Udi Palermo. In un teatro Rouge et Noir gremito anche di studenti, si sono susseguite le voci-interpretate da studentesse che ne hanno letto i testi- delle donne che hanno partecipato alla Resistenza, delle Costituenti e di chi ha condotto battaglie in Parlamento su temi come quello della parità salariale. La presidente dell’Anpi nazionale, Carla Nespolo- che in mattinata aveva partecipato assieme al segretario della Cgil Sicilia Michele Pagliaro e a una delegazione dell’Anpi regionale alla deposizione di una corona di fiori presso la lapide ai caduti della Resistenza, a palazzo delle Aquile, e aveva ricevuto dal sindaco Orlando la cittadinanza onoraria- ha detto che “la memoria è utile se è un cammino che ci impegna a diventare partigiani dei partigiani, trasmettendo con l’esempio quotidiano i valori della democrazia”. Nespolo ha espresso allarme per il susseguirsi di episodi di violenza sulle donne e a sfondo razziale. C’è qualcosa di corrotto- ha rilevato- e parte della responsabilità è di quelle forze politiche che hanno contribuito a fare crescere il razzismo”. Nespolo ha anche detto che “i diritti delle donne sono la cartina di tornasole della democrazia”. E di diritti ma anche di lavoro ha parlato anche il segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro. “Il nostro- ha detto è un paese- dove c’è la parità sotto il profilo formale, ma non ancora pienamente sotto il profilo sostanziale, basti vedere la questione delle retribuzioni che vedono le donne scontare ancora oggi un gap”. Pagliaro ha ricordato l’alto tasso di disoccupazione femminile della Sicilia, il 23,3% contro il 18,8 degli uomini e il basso tasso di occupazione delle donne, fermo al 28%. L’impegno della Cgil – ha sostenuto- è per far fare un passo avanti a tutto il mondo del lavoro, a partire dalla sua parte più debole, cioè le donne e i giovani. Per il resto- ha aggiunto- continua la nostra iniziativa contro la violenza di genere e contro ogni forma di violenza e di razzismo“. “ Le donne fanno la Repubblica tutti i giorni”, ha detto Mimma Argurio, della segreteria regionale Cgil aggiungendo che “per costruire una grande società di uomini e donne ci vogliono pari opportunità in tutti i campi, a partire dal lavoro”.

Visite: 154

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI