Cgil, CIsl e Uil Sicilia su vertenza Aran

Le notizie riportate da alcuni organi di stampa, che imputerebbero anche alle scriventi OO.SS. di essere responsabili della mancata chiusura degli accordi relativi alla contrattazione in oggetto (mobilità, Famp 2015, prerogative sindacali), sono prive di ogni fondamento e strumentali.

Il fatto che l’Aran Sicilia nell’ultimo incontro, svoltosi martedì scorso, non abbia sottoposto alcun testo, contrariamente a quanto era stato preannunciato nella seduta precedente, non può certamente essere imputato alle OO.SS. presenti.

Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl hanno già espresso nel corso delle precedenti sedute il proprio convincimento sui temi trattati, ecco perché appare ancora più incomprensibile, sebbene si tratti  ormai di una prassi consolidata, apprendere dalla stampa i contenuti degli accordi prima ancora di prenderne visione nelle deputate sedi.

Per questo motivo, e al fine di evitare ogni futura mistificazione e strumentalizzazione da parte di chi vuole scaricare sulle scriventi responsabilità che stanno in capo ad altri, le scriventi OO.SS. prenderanno parte alla contrattazione del 22 p.v. a condizione che l’Aran si presenti con le ipotesi d’accordo relative alle materie in oggetto.

In assenza di tale condizione, le scriventi OO.SS. non si presteranno più al “gioco” dello scaricabarile e denunceranno a tutti i mezzi di informazione la reale volontà del governo di ritardare i processi di riforma e cambiamento dell’amministrazione regionale.

Visite: 385

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI