Cgil, Cisl e Uil Enna su arrivo del Papa

L’arrivo di papa Francesco nel nostro territorio rappresenta indubbiamente un evento straordinario, motivo di orgoglio oltre che un segno di speranza per la nostra depressa provincia, che forse la speranza l’ha persa da tempo.
Nella lunga intervista rilasciata dal papa al Sole 24 ore, il messaggio sul tema del lavoro e della dignità della persona riecheggia forte nella dichiarazione che “è il lavoro che conferisce dignità all’uomo, non il denaro”.
E come organizzazioni sindacali il cui ruolo è quello della rappresentanza nei luoghi di lavoro, non possiamo che prendere il messaggio come monito nella consapevolezza che si deve ripartire dalla centralità della persona e del lavoro.
L’obiettivo di tutti, istituzioni, imprese, sindacati, politica deve essere la crescita e lo sviluppo delle attività economiche e lavorative per questo nostro territorio, perché solo il lavoro è cio che rende veramente liberi, rende la persona completa e le permette di contribuire al bene comune.
Ci auguriamo che la presenza di papa Francesco il prossimo 15 settembre a Piazza Armerina possa essere di conforto per questa provincia bella ma forse troppo poco attenzionata, per tutti coloro che soffrono, per i disoccupati, per i malati, i poveri, gli immigrati ma speriamo possa rappresentare quella spinta per raggiungere nuovi traguardi perché dalla crescita economica e sociale nessuno deve mai essere escluso.

CGIL CISL UIL
Il Segretario Il Segretario Il Segretario
Rita Magnano Carmela Petralia Vincenzo Mudaro

Visite: 210

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI