Centuripe sull’ipotesi di Mega Discarica la lettera aperta ai suoi concittadini del sindaco Elio Galvagno

Ecco il testo della lettera aperta che il sindaco di Centuripe Elio Galvagno ha scritto ai suoi concittadini riguardo alla vicenda dell’ipotesi di realizzazione di una mega infrastruttura per il trattamento dei rifiuti sui territori di Centuripe
Sul #destino di #Centuripe #DECIDONO i #centuripini
Care concittadine, cari concittadini,
scrivo questa lettera aperta che sarà davvero il mio ultimo intervento, prima degli atti che saremo chiamati a compiere per competenza come amministrazione comunale.
In questi giorni, come è noto a tutti, si è aperto un dibattito sul progetto di realizzazione di una “Piattaforma integrata di gestione e valorizzazione dei rifiuti da realizzarsi in c.da Muglia”, di cui questo Comune è venuto a conoscenza avendo ricevuto una richiesta di variante allo strumento urbanistico.
Come ho già avuto modo di ribadire, si sta compiendo una istruttoria OBBLIGATORIA, per porre al vaglio degli Enti preposti (Soprintendenza, Genio Civile e Asp) il rispetto della normativa in materia di salute pubblica, la sostenibilità ambientale del progetto e la compatibilità con la pianificazione regionale in materia di rifiuti.
Verifiche, queste, che non si appartengono al Comune.
Ma nonostante questo, non volendo rimanere spettatore passivo e comprendendo appieno la delicatezza e l’importanza della questione, ho inviato il progetto a Legambiente e ne sto predisponendo l’invio ad Associazioni, Enti di Ricerca ed Università, per acquisire pareri preventivi a quelli che solo gli Enti preposti potranno formalizzare in via definitiva.
Certamente non mi lascia indifferente la posizione espressa oggi da Legambiente, proprio perché scaturisce dall’esame del progetto che, lo ribadisco, ho inviato personalmente e su mia autonoma iniziativa ad un autorevole membro del Consiglio Regionale dell’associazione.
E, sia chiaro, se queste preoccupazioni venissero confermate da altri, il mio NO sarebbe il primo, poiché, non con i proclami ma con le scelte concrete, questa Amministrazione ha puntato sin dal proprio insediamento su “un ciclo virtuoso dei rifiuti”, che spingesse al massimo la raccolta differenziata.
Così come è al primo punto dell’impegno amministrativo di questa giunta, accanto al risanamento dei conti, la Strategia Nazionale delle Aree Interne, che considero l’orizzonte di sviluppo prioritario per la nostra comunità.
E su questo tema sono state investite risorse, progettualità, lavoro, che certamente non vogliamo vanificare.
Quindi, poiché qualcuno continua a strumentalizzare e a dare interpretazioni fantasiose delle mie posizioni, se alla fine dovesse emergere che si tratta di una discarica e non di un sistema innovativo di valorizzazione dei rifiuti, come ci è stato presentato, il mio sarà un NO fermo e deciso.
Vi dico di più.
Anche qualora i pareri degli Enti preposti dovessero risultare positivi, su una scelta così importante per la nostra comunità ritengo necessario dare la parola direttamente ai centuripini, con uno strumento di #partecipazione #vera previsto dal nostro Statuto: il #REFERENDUM, che proporremo con un quesito chiaro ed inequivocabile: “Volete che si realizzi una piattaforma integrata di gestione e valorizzazione dei rifiuti in contrada Muglia, territorio di Centuripe”?
E’ questo che ho già in mente dal primo momento e che avrei voluto dirvi “guardandovi negli occhi”, ma visto il dibattito che si è aperto, mi sembra giusto anticiparvi questa decisione presa da tempo.
Sul destino di Centuripe decidono le donne, gli uomini, gli anziani, i ragazzi di questa comunità.
Con un metodo democratico e aperto, che seguirà a tutti gli approfondimenti che saranno necessari e sui quali vi renderò partecipi.
E la Vostra scelta sarà la MIA scelta.
Senza Se e senza Ma.

Visite: 432

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI