Catania; Eiva Day Italy 2015; il presidente Aldo Moncada

L’EIVA DAY ITALY 2015, importantissimo evento nel campo dell’idrografia che si svolgerà a Catania, si sta per avvicinare. 

Per l’occasione abbiamo intervistato il prof. Aldo Monaca, insegnante e studioso di scienze nautiche ed idrografiche 

 

Prof. Aldo Monaca, si presenti. Di cosa si occupa? 

Non amo molto parlare di me e preferirei sempre che lo facessero gli altri. Se proprio devo presentarmi, posso dire che sono uno studioso di scienze nautiche e idrografiche, con diversi anni di esperienza nel campo della ricerca oceanografica, con particolare riferimento nell’applicazione delle tecniche di rilevamento e posizionamento marino di superficie e subacqueo. Ho alternato all’insegnamento di discipline specialistiche al Nautico dall’a.s. 1995/96 le esperienze nel campo dell’offshore (inizio 1997) ed ultimamente nel campo della MMI, portandomi oggi ad avere una visione globale dei settori dell’idrografia nel campo dell’offshore, imprenditoriale, accademico e militare ed ultimamente anche di innovazione ricerca e sviluppo.
La mia passione è il mare e sono molto affezionato alla citazione di Charles Baudelaire “Uomo libero, amerai sempre il mare!”

IHS, associazione idrografica catanese. In quale contesto si inserisce e su cosa opera?

Non parlerei di associazione catanese, ma di associazione di carattere nazionale che vuole mettere in risalto le necessità e peculiarità dell’idrografia in Italia cercando di avere una visione globale per agire prontamente sul territorio. IHS fa parte della più grande famiglia di associazioni idrografiche del mondo che sarebbe la federazione internazionale delle associazioni idrografiche IFHS “International Federation of Hydrographic Society”

Il nostro obiettivo è dare voce all’idrografia italiana in un contesto internazionale e creare una coscienza che esiste una professionalità sconosciuta e non adeguatamente valorizzata in Italia che è quella dell’idrografo.

L’EIVA DAY 2015 fa tappa a Catania, unica in Italia e in Europa. Come commenta questo dato?

Bisogna puntare molto su questo territorio e su questo bagaglio di risorse umane. La Sicilia, e Catania nello specifico, rappresenta un serbatoio naturale di qualità e risorse che nemmeno immaginiamo

Cosa si aspetta da questo convegno di portata internazionale? 

Sinergia e risveglio dell’orgoglio italiano, di tutte le aziende e dei professionisti che operano in campo marino, marittimo ed Offshore. Fare rete per le singole PMI sarà di vitale importanza. Auspico anche una maggiore chiarezza delle Istituzioni nei confronti del mondo offshore.

Che impatto economico e sociale può avere l’EIVA DAY 2015 sul nostro territorio? 

Penso a prospettive di nuove professionalità ad oggi in buona parte predominio quasi assoluto, in particolare per gli alti profili, degli inglesi e nord europei. 

Ritengo questo convegno il seme di nuove frontiere professionali sia in termini di formazione che di ricerca e sviluppo.

Visite: 388

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI