Canoa Velocità i risultati del fine settimana

CANOA VELOCITA’: BERTOLINI BATTE RIZZA, OK TACCHINI NEL C1, NEL K2 SORPRESA BECCARO-FRESCHI, VINCONO DAVANTI AGLI AZZURRI DI RIO 2016 DRESSINO-RIPAMONTI

Messi al banco di prova, gli azzurri non deludono. La gara nazionale di Mantova si chiude con diverse conferme e buone prestazioni degli equipaggi nazionali, in gara sotto il vessillo tricolore per le ultime selezioni in vista del primo impegno continentale: la tappa di Coppa del Mondo di Szeged in programma dal 26 al 28 maggio. Messi al banco di prova, nonostante le condizioni meteo difficili e raffiche di scirocco sul bacino di gara, gli azzurri non deludono e a breve il dt azzurro Guglielmo Guerrini delineerà la formazione da schierare nell’appuntamento di Coppa: Michele Bertolini come da aspettative si conferma leader del K1 200m; Carlo Tacchini non ha rivali nel C1 500m e nel C1 1000m. Nel K4 500m è l’equipaggio formato da Gnecchi, Pra Floriani, Crenna e Florio a tingere d’oro il bacino del lago inferiore. Le donne tornano sotto i riflettori, mettendo insieme due K4 500m competitivi, che nelle acque di Mantova hanno espresso un buon potenziale di gara. Nel K1 1000m, in maglia azzurra, a portare a casa oro e soddisfazione è Andrea Ramella. Sorpresa nel K2 1000m, dove a vincere sono i giovanissimi Luca Beccaro e Tommaso Freschi, lasciandosi alle spalle l’equipaggio di Rio 2016 composto da Giulio Dressino e Nicola Ripamonti. Bene anche la canadese biposto con Nicolae e Sergiu Craciun e Luca Incollingo e Daniele Santini che si alternano le vittorie rispettivamente sui 500m e sui 1000m.

Da stasera la nazionale italiana rimarrà in raduno a Mantova, per le ultime due settimane in preparazione alla prima prova di Coppa del Mondo, affinando i migliori equipaggi visti nella due giorni di gare.

PRESTAZIONI AZZURRE IN VISTA DELLA COPPA DEL MONDO

Michele Bertolini in volata ferma il crono sul 00’36”85 ed è primo nel K1 200m. Alle spalle il compagno ticinese Manfredi Rizza (SC Ticino Pavia) incassa un argento in 00’37’’66, nonostante il periodo di pausa dalla maglia azzurra, lottando al fotofinish con Andrea Di Liberto (SC Trinacria), talento e orgoglio siciliano, già medaglia europea di categoria junior, terzo a due centesimi (00’37’’68). Nel C1 senior 500m vittoria di Carlo Tacchini, in gara con il tricolore, sul traguardo in 02’05”07, argento per il compagno azzurro e collega delle Fiamme Oro Davide Cestra (02’06’’54). Sempre Tacchini si concede il bis nella lunga dei 1000m, dove chiude donati a Fabrizio Mattia (Fiamme Oro) in 04’41’’69. Confronto diretto nel K2 1000m, con l’equipaggio olimpico di Rio, Giulio Dressino e Nicola Ripamonti, che cede il passo al nuovo di Luca Beccaro e Tommaso Freschi. Il tandem azzurro formato dal neo arruolato delle Fiamme Gialle e dal fiorentino della Comunali, con aggressività completa il percorso in 03’43’’99, imponendo la punta tricolore di ben 7 secondi avanti a quella di Dressino e Ripamonti, secondi in 03’50’’82.

Ottima prova anche per Samuele Beccaro, fratello di Luca, che in coppia con Matteo Cavessago centra la medaglia di bronzo sotto i colori della Can. Padova. In acqua, schierate per la finale del K1 500, troviamo il nutrito gruppo delle otto azzurre convocate, con l’aggiunta di Scartezzini Beatrice (CN Caldonazzo) protagonista di una buona prova. Delineato il trio da podio con Cristina Petracca, miglior tempo in 02’07’’82, seguita dall’argento Irene Burgo che con 02’08’’98 lascia due secondi di distacco al bronzo Sofia Campana (Fiamme Azzurre). In preparazione al cambio di programma olimpico, per la prima volta la direzione tecnica ha deciso di testare in acqua il K4 500m maschile, vinto dall’equipaggio tricolore di Alessandro Gnecchi, Mauro Pra Floriani, Mauro Crenna e Matteo Florio. Nella sfida tricolore, il quartetto dei “veterani” ha avuto la meglio sulle giovani leve Burgo, Miglioli, Giorgi e Torneo, terzi in 01’36”58. Sorprende l’equipaggio societario della Can. Padova composto da Beccaro, Favero, Cavessago e Strullato che danno filo da torcere agli azzurri chiudendo con la medaglia d’argento in 01’34’’32. Nel C2 500m, i fratelli Craciun, Nicolae e Sergiu, spinti da assieme e grande motivazione, hanno la meglio per 32 centesimi (01’53’’05) sul tandem consolidato di Daniele Santini e Luca Incollingo (01’53”37), che invece, essendo più performanti sulla lunga distanza, mettono a segno l’oro nel C2 1000m dimostrando un crono nettamente migliore (04’04’’59). Andrea Ramella conferma il buon stato di forma nella gara del K1 1000m, segnando il tempo finale sul 04’11’’16, in una gara che ha marcato le abilità estreme di stabilità e concentrazione. Alle sue spalle rispettivamente argento e bronzo, Francesco Bazzani (CC Firenze) e Bonacina Alessandro (SC Lecco), mentre Andrea Dal Bianco, secondo K1 in gara con la maglia azzurra, chiude quarto.

POLO, SERIE A: SOLO VENTO E PIOGGIA FERMANO IL CHIAVARI CAPOLISTA

Chiavari ancora capolista di serie A. Non demorde la squadra del goleador Bellini, nonostante l’interruzione dettata dal maltempo per questa terza tappa di serie A, protagonista del weekend congiunto nelle acque di Bacoli. A causa delle forti raffiche di vento, per garantire il regolare svolgimento del campionato, si è convenuto bloccare i match della domenica, che saranno poi recuperati con data da definire. Disputate quindi solo le partite di sabato a conclusione del girone di andata della regular season di massima serie. Classifica ferma nell’esatto spaccato di stagione, con undici match disputati e altrettanti ancora da giocare per tutte le 12 squadre protagoniste.

LA CLASSIFICA CONCLUSIVA DEL GIRONE DI ANDATA

La Pro Scogli Chiavari rimane capolista ed imbattuta (29 pp), ma a minare la tranquillità del vertice ci sono i due pareggi incassati sabato con il CN Posillipo e Pol. Can. Catania che accorciano le distanze sul resto degli avversari. Il vertice di classifica viene, quindi, rimesso in gioco. In agguato a 26 punti i palermitani del Marina San Nicola, squadra rivelazione di questo 2017. Ventidue (22) punti per i siciliani della Pol. Can. Catania, terza posizione ed una giornata poco brillante, arrestata su due pareggi che pesano sul punteggio complessivo. Il Posillipo staziona con 20 punti in quarta posizione, regge bene in questa terza giornata l’affronto diretto con il Chiavari ma non riesce ad imporsi sull’Ichnusa che la insegue a 19 punti. Canottieri Eur in rimonta, vince tutti gli incontri a Bacoli, e a metà stagione è sesta a 17 punti. Pareggio sui 15 per Arci Borgata Marinara e Canoa Club Napoli, mentre dovrà provare a risalire in zona play off lo Jomar Club, fermo a 13 in nona piazza. In bilico la neopromossa SC Trinacria con 8 punti, mentre sembrano destinate alla zona retrocessione SS Lazio (3 punti) e Pol. Nautica Katana (0). Le partite non disputate nella giornata di domenica, verranno recuperate con data e modalità diramata nei prossimi giorni.

DISCESA: A PIATEDA INCORONATI I CAMPIONI ITALIANI UNDER 23

Weekend di spettacolo a Piateda dove sono stati assegnati i titoli italiani under 23 di canoa discesa e i senior si sono sfidati tra le acque dell’Adda.

Al femminile, nel C1, titolo italiano under 23 ad Alice Panato del Canoa Club Pescantina in 56.730 davanti a Valentina Razzauti e a Chiara Carbognin. Panato e Carbognin che hanno invece portato a casa il titolo italiano nel C2 in rosa. E’ invece Giulia Formenton a vincere la prova del K1 under 23. La pagaiatrice del Canoa Club Oriago si impone in 49.100 davanti a Beatrice Grasso e Irene Barbieri. Padrone di casa e dominatore incontrastato è invece il valtellinese Giorgio Dell’Agostino che in 48.130 porta a casa il titolo del C1 under 23. Il portacolori dell’Addavì si impone su Giacomo Bianchetti del KCC Palazzolo e su Mattia Quintarelli. Beccari/Pasqui e Giannini vincono invece nella prova a squadre del C1. Nella canadese biposto successo per il CC Pescantina con Mattia Quintarelli e Carlo Benciolini che fermano il cronometro sul 51.010 davanti a Erriquez/Pistidda della Marina Militare e a Baldan/Fiorese del CC Oriago. Andrea Bernardi, in forza al Valbrenta Team, vince invece in 44.330 la sfida tricolore nel K1 maschile con Nicolò Razeto del CC Nervi che mette al collo l’argento davanti a Leonardo Pontarollo, anch’egli del Valbrenta Team. A squadre è vittoria per lo Shock Wave Sports di Ciotoli, Riccardo Minolli e Simone Minolli.

Visite: 220

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI