Canoa Slalom ai mondiali di Londra semifinali per il C2

 

Inizia la caccia ai pass olimpici per gli specialisti dello slalom, in gara da questa mattina nel Lee Valley Center, impianto che ha regalato, tre anni fa, all’Italia l’emozione dell’oro olimpico con Daniele Molmenti. Il C2 di Camporesi/Ferrari ed il K1 femminile di Clara Giai Pron centrano la qualifica in semifinale. Out, invece, l’altra azzurra del K1 Stefanie Horn per 4 centesimi.

Inizia positivamente la giornata con il C2 di Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari che guadagna subito un posto in semifinale fin dalla prima run di qualifica. I due ragazzi bolognesi in forza all’Aeronautica Militare, forti dell’esperienza sul canale olimpico, hanno messo a segno il percorso in 95.40, scendendo fluidi e senza imperfezioni a 2.77 dai transalpini Gauthier Klauss e Matthieu Peche che nelle acque di Londra vorrebbero scandire il primato francese dell’ottava medaglia d’oro mondiale nella specialità del C2. L’obiettivo primario per gli azzurri sarà sabato 19 alle 10.00 con la difficile prova della semifinale in cui saranno i primi 10 a giocarsi le medaglie iridate e la qualificazione olimpica.

Tra le donne è la seconda run che permette a Clara Giai Pron di accedere allo step semifinale. Dopo il 23° posto della prima run, l’azzurra è quarta in 96.18 nella seconda discesa, alle spalle della leader australiana Jessica Fox. La giovane torinese giunge su traguardo senza errori, staccata di 4.07 dalla vetta, occupata dall’inglese Woods. Anche per lei l’appuntamento più difficile sarà la semifinale in programma sabato 19 alle 11.00. Stefanie Horn si ferma con un amaro 11 posto, ad un soffio dalle prime dieci qualificate. Fatale il tocco di palina sulla porta 18, che le fa chiudere l’avventura mondiale per 4 centesimi di secondo, con un percorso reso ancor più difficile dalla fitta pioggia londinese scesa senza sosta sul bacino olimpico.

Visite: 311

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI