Canoa Assegnati a Mantova, sul Lago Speriore, i titoli italiani di fondo 2018

Assegnati a Mantova, sul Lago Speriore, i titoli italiani di fondo 2018. Ben 874 gli atleti in gara, appartenenti a tutte le categorie (ragazzi, junior, under 23, senior, master, paracanoa), per 106 società, hanno preso parte alla giornata di gare riservata alla lunga distanza dei 5000m. A fare da cornice ad uno degli appuntamenti più partecipati della stagione il Circolo Canottieri Mincio.

Torna sotto i riflettori, bissando il titolo 2017, il K2 olimpico di Rio composto da Giulio Dressino e Nicola Ripamonti. I finanzieri in 19’54”84 impongono la prua sul traguardo vincendo il titolo italiano sui neo Carabinieri Andrea Dal Bianco e Alessandro Gnecchi, argento a 19’56”21. Bonzo alla coppia Balsamo-Marzani per il CUS Pavia (20’13’’25). Filippo Vincenzi (CUS Milano), atleta di punta della maratona e specialista delle distanze medio lunghe, non perde occasione per portarsi a casa il titolo italiano di massima categoria, vincendo il titolo italiano assoluto nel K1. Il pagaiatore bissolatino chiude in 21’00”25 precedendo sulla linea del traguardo Alessandro Bonacina (SC Lecco), come accaduto poco meno di un mese fa a Firenze in occasione dei Campionati Italiani di maratona. Terzo posto per Maximillian Benassi (21’01’’68) che dopo un periodo si stop ritorna sotto i riflettori con i colori del CC Aniene e dimostra di essere ancora competitivo.

Nel K4 Matteo Torneo, Mauro Crenna, Riccardo Cecchini e Alberto Ricchetti ( G.S. Fiamme Gialle) sono leader della barca multipla, vincendo in 18’41”70 e precedendo di tre secondi l’equipaggio della Marina Militare formato dal quartetto Bertolini-Di Caterino-La Spina-Spotti. Nella stessa gara completa il podio la medaglia di bronzo della Canottieri Padova.

Il GS Fiamme Oro fa man bassa di titoli italiani nella canadese maschile. Ad imporsi nel C4 sono Carollo-Auricchio-Caciun-Repele che al traguardo con il tempo di 21’35”43 battono senza esitazioni l’equipaggio del Padova Canoa e del Canoa San Giorgio, rispettivamente argento e bronzo. Polizia di Stato che resta sul gradino più alto del podio dando il titolo del C2 alla storica coppia azzurra formata da Daniele Santini e Luca Incollingo, primi in 24’05”29. In barca singola, è ancora una volta Carlo Tacchini a tenere la leadership dimostrandosi anche quest’anno al top di forma. 24’31”00 è il tempo della giovanissima promessa olimpica verbanese che si laurea campione italiano davanti a Nicolae Craciun (CC Aniene – 25’12”99), appena rientrato dopo un infortunio che l’ha tenuto fermo durante la preparazione invernale, ed al pavese Mirco Daher (CUS Pavia – 25’18’’81). Tra le senior al femminile l’oro nel K1 è della siracusana Irene Burgo (GS Fiamme Oro), campionessa italiana in 21’14’’92, con un vantaggio di tre minuti su Susanna Cicali (Fiamme Azzurre – 24’16”74); sul terzo gradino del podio sale, invece, Gaia Piazza (CKC Sestese Canoa – 24’36’’50). Nel K2 dopo la squalifica della barca della Marina Militare (Agata Fantini- Cristina Petracca), il titolo italiano passa all’equipaggio della Can. Ticino Pavia composto da Francesca Genzo e Stefania Scianna, che in 24’08”84 la spuntano su Can. Timavo e Canottieri Padova. L’Unione Canottieri Livornesi (Agostinetti-Agostinetti-Raugi-Puccetti) sale sul gradino più alto del podio del K4 in 22’51’’73. Sarah Tovo (The Core Sabaudia) vince in 32’13’’79, davanti a Camilla Placchi (Mergozzo CC) la prova del C1 femminile, mentre si confermano tricolore, nella canadese biposto del C2, la consolidata coppia Giulia Chifari e Cecilia Galeano (SC Trinacria) in 33’29”44.

Visite: 191

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI